Lunedì evento al “Sollima” per non dimenticare l’Olocausto

redazione

Lunedì evento al “Sollima” per non dimenticare l’Olocausto

Condividi su:

venerdì 24 Gennaio 2020 - 12:39
Lunedì evento al “Sollima” per non dimenticare l’Olocausto

Lunedì 27 gennaio, ricorrenza internazionale della “Giornata della Memoria”, l’Amministrazione comunale di Marsala ha inserito nel calendario della Stagione Teatrale uno spettacolo sull’olocausto. “Occorre insistere nel ricordare alle nuove generazioni fin dove può portare l’odio razziale – afferma l’assessore Clara Ruggieri -. Anche con questo lavoro inserito nel programma teatrale, continuiamo il nostro impegno culturale contro quel periodo che ha offeso l’intera umanità e che non deve  ripetersi mai più”.

Lo spettacolo SHOAH…IL VALORE DELLA MEMORIA al Teatro “Sollima”, ore 21, ingresso gratuito, sarà portato in scena dal regista Massimo Graffeo, interprete assieme a Cinzia Bochicchio,  Marilena Li Mandri, Federica Piazza, Azzurra Giardiello, Tommasso Rallo e Andrea Badalucco. Su musiche curate da Roberto Pellegrino, le letture tratte da “Figli in mutande. Per una memoria degli olocausti” di Francesco Mercadante, “Se questo è un uomo” di Primo Levi. Ma anche le testimonianze di sopravvissuti nei campi di sterminio e passi tratti dai racconti sui bambini di Terezin, sugli esperimenti effettuati nei lager dal dr. Josef Mengele (chiamato “l’angelo della morte” o “lo zio”) sui “bambini-cavie”.

Il regista Graffeo afferma: “Le recenti dichiarazioni della senatrice Liliana Segre, sopravissuta alla deportazione nazista e oggi costretta a girare sotto scorta, mi hanno convinto ancor di più che per combattere odio, violenza, razzismo è necessario ricordare e non restare indifferenti. Non sono da meno le parole di Don Luigi Ciotti, qualche giorno fa a Marsala, il quale ha evidenziato che non si uccide solo con le armi, si uccide anche umiliando la vita delle persone. Uccidiamo ogni volta che emarginiamo, etichettiamo chi consideriamo diverso da noi”. 

Condividi su:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta