Castellammare, il sindaco: “Acqua per riempire piscine, no a sprechi”

redazione

Castellammare, il sindaco: “Acqua per riempire piscine, no a sprechi”

Condividi su:

Saturday 11 June 2022 - 13:55

«Invito a fare un uso razionale e responsabile dell’acqua che deve essere utilizzata con parsimonia: registriamo invece che purtroppo è usata spesso per riempire piscine private o annaffiare giardini soprattutto in zona Fraginesi».

Lo afferma il sindaco di Castellammare del Golfo, Nicolò Rizzo che prosegue: «Da giorni si registra un notevole calo di pressione in centro città a causa di un consumo elevato ed improprio dell’acqua potabile che non consente il normale accumulo nei serbatoi. Occorrono rispetto e responsabilità soprattutto in questo periodo estivo di maggiori presenze e consumi»

«In alcune zone della città dove è diminuita notevolmente la quantità d’acqua non ci sono guasti né perdite lungo la rete idrica e l’acqua è erogata regolarmente ma – fa presente il sindaco di Castellammare – purtroppo non tutti usano la preziosa risorsa per scopi domestici quali quelli di pulizia e servizi igieniciRiteniamo che ci sia un eccessivo quantitativo d’acqua utilizzato per riempire piscine private e annaffiare prati, soprattutto in zona Fraginesi. Un uso dunque improprio e non vorremmo arrivare a dover prendere misure più severe».

Il sindaco Nicolò Rizzo invita quindi i cittadini a collaborare non sprecando l’acqua.

«Confidiamo sul senso di responsabilità e la collaborazione dei cittadini per ridurre il consumo di acqua potabile per usi non necessari. Ringrazio quanti evitano di sprecare quel bene indispensabile che è l’acqua potabile con un comportamento virtuoso da seguire sempre ma in particolare in periodi di maggiore necessità come quello estivo. Intanto con la polizia municipale stiamo avviando controlli precisi -conclude il sindaco Nicolò Rizzo- per verificare eventuali allacci impropri o addirittura abusivi per tutelare l’interesse di tutti». 

Foto in allegato: il sindaco Nicolò Rizzo e una piscina tratta dal web

Condividi su:

0 commenti

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Commenta