Campobello: aperto nuovo centro vaccinare all’ex Mocar, terza dose per il sindaco

redazione

Campobello: aperto nuovo centro vaccinare all’ex Mocar, terza dose per il sindaco

Condividi su:

giovedì 02 Dicembre 2021 - 13:45

Il sindaco di Campobello di Mazara, Giuseppe Castiglione, stamattina, ha ricevuto la terza dose del vaccino anti-Covid all’interno del nuovo hub vaccinale, che è stato aperto proprio oggi nei locali dell’ex Mocar, bene confiscato e assegnato al Comune di Castelvetrano, ma che si trova al confine con Campobello.

Il centro vaccinale, coordinato dall’equipe medica di cui fanno parte Andrea Passanante, Salvatore Pollina e Gianfranco Stallone, per questa settimana sarà aperto tutti i giorni (da giovedì a domenica) dalle ore 8 alle ore 20, mentre a partire dalla prossima settimana osserverà il seguente orario di servizio: martedì, giovedì, sabato e domenica, dalle ore 8 alle ore 20.

Ad accogliere il sindaco, stamattina, sono stati il dottor Gianfranco Stallone e il dottor Maurizio Favara, responsabile infermieristico, insieme a diversi operatori sanitari impegnati in un servizio veloce, professionale e funzionale.

Nel complimentarsi con tutto lo staff medico e paramedico del nuovo centro vaccinale per la professionalità dimostrata e per l’importante servizio svolto, il Sindaco rivolge un nuovo appello alla cittadinanza: «Fidiamoci della scienza e dei medici! I dati parlano chiaramente: il  vaccino funziona ed è l’unica arma scientifica che in questo momento abbiamo a disposizione per ridurre la circolazione del virus, scongiurando morti, ospedalizzazioni e disastro economico. Invito, dunque, tutti i campobellesi a procedere il più celermente possibile con le vaccinazioni e con i richiami, approfittando dell’apertura di questo nuovo centro vaccinale che rappresenta una importante opportunità per l’intera comunità e soprattutto per le persone anziane. Ringrazio, dunque, il personale medico e paramedico in servizio, i vertici dell’Asp e, in particolare, il commissario Paolo Zappalà e l’agenzia dei beni confiscati alla mafia che hanno accolto l’istanza presentata dalla nostra Amministrazione comunale congiuntamente a quella di Castelvetrano, consentendo l’apertura di questo hub».

Condividi su:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta