Pasta di Gragnano: ecco perché è la migliore di tutte

redazione

Pasta di Gragnano: ecco perché è la migliore di tutte

Condividi su:

venerdì 30 Luglio 2021 - 07:27

La pasta di Gragnano continua a riscuotere un grande successo. Gragnano è una località nota in tutto il mondo per la qualità della pasta che riesce a produrre. La storia di questa città si rifà direttamente all’epoca romana, quando in questo territorio si macinava il grano. La produzione della pasta secca realizzata con la semola di grano duro è stata volta ad obbedire ad una necessità delle classi più povere, per dare ad esse delle scorte alimentari importanti. Poi l’attività diventò una vera e propria tradizione, passando nel tempo a fare in modo che la pasta di Gragnano divenisse una delle più famose in tutto il mondo.

Aumentano le vendite anche online

La pasta di Gragnano in offerta si può trovare anche sul web. Infatti ci sono molti siti interessanti che propongono la vendita di questo prodotto. Anzi è proprio la presenza di varie offerte online che ha fatto aumentare le vendite di questa pasta tipica che molti considerano veramente il migliore prodotto che si possa acquistare per quanto riguarda la pasta stessa.

La pasta di Gragnano è un prodotto che potremmo definire storico. Già Ferdinando II di Borbone nel 1845, scoprendo la qualità di questa pasta, diede l’incarico ai gragnanesi di produrre tutte le scorte destinate al Regno di Napoli.

Fondamentale, per assicurare la qualità del prodotto di cui stiamo parlando, è stata la nascita nel 2003 del Consorzio Gragnano Città della Pasta. Sono diversi i pastifici che fanno parte di questo consorzio. Infatti la pasta di Gragnano gode anche del marchio IGP, che rappresenta un marchio che assicura la qualità e la tradizione di un prodotto davvero straordinario. Molti giudicano la pasta di Gragnano la migliore, proprio perché conoscono benissimo la tradizione di qualità che sta alla base della sua produzione.

La storia della pasta di Gragnano

Le potenzialità che sono insite negli acquisti online possono davvero essere molto importanti per riuscire a diffondere la fama di Gragnano e della sua pasta in larga scala. La fama di Gragnano per la sua produzione è così nota, tanto che questa città si meritò il nome di “città dei maccheroni”.

Inizialmente in questi territori veniva distribuito il pane che arrivava dalle città di Pompei ed Ercolano. Poi il territorio si è concentrato sulla produzione della pasta, in particolare di quella lunga. Grazie ai valori nutrizionali di questo prodotto, la pasta di Gragnano costituì una risorsa molto utile soprattutto per rimediare ad una grande carestia che ha colpito tutto il Regno di Napoli.

Come viene prodotta la pasta di Gragnano

La produzione della pasta di Gragnano è davvero molto particolare, a partire dalle prime fasi che consistono nell’impasto e nella gramolatura. La semola di grano duro viene impastata con l’acqua e si ottiene così un impasto omogeneo ed elastico.

Ma c’è un’altra fase che caratterizza in maniera unica questo prodotto, che oggi è sempre più acquistato anche online. Si tratta della fase della trafilatura. Per questa operazione vengono utilizzati soltanto strumenti fatti di bronzo, che conferiscono alla pasta di Gragnano una tipica superficie rugosa.

Poi si passa all’essicazione, che può differire nei tempi a seconda dei formati che si prendono in considerazione. In genere però la regola generale vuole che l’essiccazione della pasta di Gragnano avvenga tra i 40 e gli 80 gradi. I tempi, come abbiamo detto, possono variare tra un minimo di 6 e un massimo di 60 ore.

Durante l’essicazione la pasta viene ventilata con aria calda, in modo da eliminare l’umidità che eventualmente si può trovare nella parte interna del prodotto. Poi viene portata a temperatura ambiente grazie all’utilizzo di un raffreddatore, viene confezionata da apposite aziende e non viene spostata per 24 ore, in modo da non comprometterne la qualità.

Condividi su:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta