L’assessore D’Alessandro sulla rete idrica marsalese: “Occorrono idee e innovazioni”

redazione

L’assessore D’Alessandro sulla rete idrica marsalese: “Occorrono idee e innovazioni”

Condividi su:

mercoledì 21 Luglio 2021 - 07:05

Giuseppe D’ Alessandro, assessore della giunta guidata dal sindaco Massimo Grillo, è impegnato nella pubblica amministrazione anche dal punto di vista lavorativo. Ricopre la carica di comandante della Polizia Municipale di Paceco.

Per la serie problemi difficili da affrontare, lei ha anche la delega al servizio idrico. In poche parole l’acqua che ogni giorno arriva (o meglio dovrebbe arrivare) nelle case dei marsalesi. Assessore sono giorni difficilissimi. Due guasti determinati dall’Enel che stava eseguendo dei lavori hanno lasciato a secco la città.

“Marsala ha un sistema di approvvigionamento idrico molto esteso che raggiunge tutto il suo territorio. Di contro ha delle zone dove la rete idrica è obsoleta e rischia ogni giorno di collassare in alcune contrade generando un danno che si ripercuote anche in altre zone. In questi giorni poi due guasti, diciamo così consecutivi, hanno determinato le difficoltà a cui tutti i marsalesi stanno andando incontro. Occorrono finanziamenti per ammodernare tutta la rete e ci stiamo muovendo in questa direzione. Ci sono alcuni cantieri in attesa di partire. Il mio impegno è quello di accelerare”.

Assessore, quando la gente vede il rubinetto a secco, telefona agli appositi uffici ed è un miracolo se un operatore risponde e spesso l’apparecchio squilla inutilmente.

“Hanno ragione. Mi sto battendo per potenziare la linea unica telefonica che ho trovato. Tutti hanno diritto di capire che sta accadendo e di avere delle risposte”.

Ammesso che le risposate arrivino, la gente pretende che arrivi anche l’acqua magari con le autobotti che invece non si vedono.

“Abbiamo tre autobotti. Io stesso con l’ausilio degli uffici ho interpellato tanti privati per affidare loro l’incarico di distribuzione dell’acqua in attesa del ripristino del servizio. Purtroppo quasi tutti i possessori delle autobotti hanno risposto negativamente”.

Intanto però appena una ditta deve eseguire dei lavori privati su suolo pubblico, spesso crea danni che nel nostro caso equivalgono alla sospensione dell’erogazione.

“Abbiamo, di concerto con il comando della Polizia Municipale, emesso una specifica ordinanza. Da ora in avanti chi deve eseguire dei lavori deve raccordarsi con gli uffici che provvederanno a rilasciare l’autorizzazione soltanto dopo il parere dei tecnici comunali. Inoltre mi sto impegnando, individuate le zone più a rischio, specialmente nella parte sud della città, a mettere in essere un iniziativa, per così dire di pronto intervento. Accanto alle tubazioni fragili ma funzionanti, collocheremo dei ricambi pronti ad essere utilizzati in caso di bisogno”.

Ci sono iniziative anche sul versante nord della città?

“Quelle contrade da sempre sono le meno approvvigionate. Abbiamo provveduto ad avviare l’allacciamento alla rete idrica che passa nel nostro territorio e che conduce a Favignana. Da questo accordo arriveranno diverse migliaia di litri d’acqua che verranno addizionate a quelle che già eroghiamo. Colgo l’occasione per ricordare come il risparmio dell’acqua sia necessario perché il nostro territorio e più in generale tutto il mondo, è destinato ad una diminuzione di acqua da erogare”.

Concludiamo con l’attualità. Dopo i guasti della scorsa settimana quando verrà ripristinata l’erogazione al 100% in città?

“Io spero che tra poche ore tutto ritornerà alla normalità”.

Condividi su:

Un commento

  1. L’assessore D alessandro forse non sa ancora il grave disaggio che ce nel tratto di cda Granatello e parte di cda Dara lungo la via trapani , ogni hanno durante il periodo estivo per 5 o sei mesi rimaniamo tutti senza acqua, sono andato diverse volte per parlare con il capo settore ma non ho mai avuto una risposta concreta al problema ho chiesto più volte il confronto tramite la segretaria dell Assessore ed da più di un mese che non ho risposta, e vergognoso che un problema così importante non si fa sentire….le soluzioni vi sarebbe secondo me per fare arrivare l acqua nella nostra zona…., non ne possiamo più.

    0
    0

Rispondi a Salvatore Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta