In corso gli interventi nelle scuole comunali marsalesi

redazione

In corso gli interventi nelle scuole comunali marsalesi

Condividi su:

giovedì 06 Febbraio 2020 - 17:00
In corso gli interventi nelle scuole comunali marsalesi

Già da alcuni giorni ha preso il via la manutenzione straordinaria degli Istituti scolastici comunali di Marsala. 800mila euro (due appalti da 400 mila euro ciascuno) che serviranno per intervenire sia a livello strutturale che di impiantistica.

“La nostra azione a tutela degli studenti continua senza sosta – precisa il sindaco Alberto Di Girolamo -. Dopo la pianificazione del sistema dei trasporti pubblici urbani, continuiamo a prestare massima attenzione alla cura degli Istituti che ospitano i nostri studenti. Da qualche settimana abbiamo avviato la manutenzione straordinaria con la quale effettueremo tutta una serie di interventi finalizzati alla messa in sicurezza degli edifici, al ripristino degli impianti di climatizzazione, al pieno adeguamento alla normativa antincendio. Il tutto, dunque, per avere scuole sempre più funzionali, accoglienti e soprattutto più sicure”.

I lavori che vengono effettuati dagli operai delle ditte che si sono appaltati le gare, vengono coordinati dai tecnici del settore Lavori Pubblici. “All’inizio dei lavori – sottolinea l’assessore alla Pubblica Istruzione, Anna Maria Angileri – abbiamo tenuto una riunione con i dirigenti scolastici individuando tutta una serie di interventi prioritari. Cosa molto importante è che abbiamo già dato via ai lavori e che alcuni di questi sono stati addirittura completati”.

Lavori in corso presso la scuola primaria di Ranna, in quella di San Leonardo-Cutusio (rifacimento del prospetto) e nella scuola di Strasatti Nuova. Al Giardino d’Infanzia invece, sono stati sostituite le caldaie e sistemati i climatizzatori, alla Scuola Gabelli di Santi Filippo e Giacomo e alla “Asta” è stato sistemato l’impianto di riscaldamento, al Plesso “Giovanni Piazza” di via Verdi quello antincendio e alla Sirtori è stata effettuata la manutenzione degli impianti di sicurezza. Ma è solo l’inizio.

Condividi su:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta