Tribunale interdiocesano Mazara-Trapani per le cause di nullità matrimoniale, promulgato il regolamento

redazione

Tribunale interdiocesano Mazara-Trapani per le cause di nullità matrimoniale, promulgato il regolamento

Condividi su:

Wednesday 30 November 2022 - 11:36

Promulgato il regolamento generale, con annesso regolamento amministrativo e di gestione economica, del nuovo Tribunale Interdiocesano Mazara-Trapani (TEIMAT) per le cause di nullità matrimoniale da trattare con il processo ordinario per i fedeli del territorio delle due Diocesi.

Il 16 novembre 2022 i vescovi delle Diocesi di Mazara del Vallo Angelo Giurdanella e di Trapani Pietro Maria Fragnelli, di comune accordo, hanno designato come moderatore del Tribunale interdiocesano per il prossimo quinquennio il vescovo di Trapani Pietro Maria Fragnelli.

Sono stati inoltre nominati: don Orazio Placenti Vicario Giudiziale per un quinquennio e don Fabio Angileri come Vicario Giudiziale aggiunto per un quinquennio; Antonio Ingoglia giudice per un anno. Promotore di Giustizia del Tribunale interdiocesano è stato nominato don Antonino Gucciardi; difensore del vincolo Maria Clara Alagna: I vescovi hanno anche nominato per un anno i notai del Tribunale nelle persone di don Pietro Pisciotta, Sebastiano Amoroso e Vincenzo Giacalone.

Il Tribunale è nato la scorsa estate nel rispetto di quanto disposto dal Motu proprio “Mitis Iudex Dominus Iesus” di Papa Francesco, dove è indicato il «ripristino della vicinanza tra il giudice e i fedeli» come uno degli elementi cardine della riforma. Da qui la cooperazione tra le due Diocesi e la nascita del Tribunale interdiocesano, ufficializzata con Decreto del Supremo Tribunale della Segnatura Apostolica.

La sede legale del Tribunale è stata stabilita a Mazara del Vallo in Piazza della Repubblica, nei locali messi a disposizione gratuitamente dal vescovo di Mazara del Vallo.

Al fine di garantire il principio di prossimità tra le parti e il giudice inoltre è stata istituita una sede periferica a Trapani per l’espletamento della fase istruttoria del processo presso i locali della Curia vescovile messi a disposizione gratuitamente dal vescovo di Trapani.

Ieri, con decreto del moderatore mons. Fragnelli, la promulgazione dei regolamenti che sono pubblicati nei siti web delle due Diocesi.

Condividi su:

0 commenti

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Commenta