Autonomia e identità siciliana, presentato al Liceo Ruggieri il libro “L’Ascaro”

redazione

Autonomia e identità siciliana, presentato al Liceo Ruggieri il libro “L’Ascaro”

Condividi su:

giovedì 12 Maggio 2022 - 19:02

Di taglio inconsueto l’incontro con l’autore svoltosi al Liceo Ruggieri per il 76° anniversario dell’Autonomia Siciliana, che si celebrerà domenica 15 maggio. L’autore Michele Di Pasquali, infatti, ha lasciato inizialmente sullo sfondo il suo romanzo, “L’Ascaro”, costruito a partire da una circostanziata e puntuale analisi storica della Sicilia nel periodo tra il 1943 e il 1946, troppo spesso trascurato dalle fonti ufficiali, per soffermarsi su inediti spunti di riflessione sull’identità siciliana.
Senza alcuna pretesa di dare chiavi interpretative preconcette, il professore Di Pasquali – introdotto dalla docente del Liceo, Graziella Perricone – ha messo a fuoco, con osservazioni sagaci, caratteristiche endemicamente correlate al popolo dell’isola, prendendo spunto dai fatti storici ma anche dalla lingua siciliana e dalle sue forme grammaticali. Nelle sue parole la dicotomia tra il “vero” e il “falso” ha lasciato spazio al “verosimile”, dando spunti per dubbi, invece che soluzioni, stimolando riflessioni negli studenti presenti, volte a cogliere gli aspetti accettabili e condivisibili non solo delle tesi ma anche delle antitesi.
Durante gli interventi dei ragazzi sul romanzo, l’autore ha avuto modo di parlare della sua appassionata consultazione dei documenti originali dell’epoca, soffermandosi particolarmente sulla necessità di indagare sempre in modo scientifico e approfondito sui fatti, per poter poi essere cittadini consapevoli.
Dall’incontro e dagli arguti interventi dei ragazzi si è delineata l’immagine di una Sicilia orgogliosa della sua identità, finalizzata non già a forme di separatismo ma a una composizione con le molteplici e feconde differenze di cui ciascun territorio è portatore, da cui possa generarsi una armonia proficua entro una identità nazionale più attenta a garantire pari opportunità di sviluppo su tutto il territorio Italiano.

Condividi su:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta