Carnevale e processioni, tutti gli eventi annullati a Marsala e Petrosino

redazione

Carnevale e processioni, tutti gli eventi annullati a Marsala e Petrosino

Condividi su:

mercoledì 12 Gennaio 2022 - 10:29

L’emergenza Covid da due anni a questa parte non ha solo piegato diversi settori, primo fra tutti quello sanitario, ma anche diversi comparti. Ne fanno le spese naturalmente anche le feste più tradizionali che, dall’inizio della pandemia, nel marzo 2020, sono state rinviate o annullate.

E’ il periodo estivo quello più florido, anche per il clima che consente di organizzare iniziative in spazi aperti, mentre l’inverno, soprattutto con l’impennata di casi del Natale appena trascorso, ha visto solo la realizzazione, a Marsala e in Provincia, solo di una parte delle iniziative natalizie.

Nella città lilybetana, non è stata neppure organizzata una stagione teatrale, anche se, per il vero, una mancanza da parte dell’Amministrazione comunale in tal senso c’è, considerato che non ci sono più limiti di capienza negli spazi culturali. Il Teatro Impero si è trasformato in punto vaccinale per i giovani dai 12 ai 17 anni, mentre il Comunale “Eliodoro Sollima” risulta ancora inagibile a causa della mancanza di alcune autorizzazioni al fine di renderlo fruibile.

A saltare, ma questo lo si sapeva già da alcuni mesi, saranno le processioni pasquali. Marsala, che vanta una lunga tradizione nei giorni della Santa Pasqua – che quest’anno ricade domenica 17 aprile – anche in questo 2022 dovrà rinunciare alla Sacra Rappresentazione del Cristo Morto il Giovedì Santo e alla processione della Madonna Addolorata il Venerdì Santo; il primo un appuntamento che ogni anno richiama tantissimi visitatori e turisti da ogni parte del mondo.

Anche se l’emergenza attualmente termina il 31 marzo, quello che accadrà dopo è assolutamente imprevedibile. Nel frattempo l’organizzazione della processione del Giovedì Santo rimanda tutto al 2023.

Salta anche il Carnevale di Petrosino come avvenuto inevitabilmente nel 2021. Quest’anno ricade il 1° marzo quindi in emergenza sanitaria pendente. Nel 2020 invece, nonostante le prime avvisaglie covid di fine febbraio, la città guidata da Gaspare Giacalone, ha vissuto un momento – uno degli ultimi – di grande festa e partecipazione in assoluta sicurezza. 

Condividi su:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta