Tutte le iniziative per la Giornata contro la violenza sulla donna in Provincia

redazione

Tutte le iniziative per la Giornata contro la violenza sulla donna in Provincia

Condividi su:

giovedì 25 Novembre 2021 - 09:00

Tutte le iniziative in Provincia di Trapani per la Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne.

Uno striscione con su scritto “Contro ogni forma di violenza” sarà esposto a partire da domani nelle sedi di Trapani di Cgil, Cisl e Uil in occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne. Le tre sigle sindacali hanno poi programmato un ciclo di tre seminari online che avrà come tema conduttore “Ripartiamo dal lavoro delle donne”.

I webinar si svolgeranno tra dicembre e marzo con la partecipazione di professioniste e professionisti di vari settori e avranno rispettivamente i seguenti titoli: “L’insostenibile peso della violenza”; “Donne e lavoro: facciamo il punto”; “#RipartiamoDalLavoroDelleDonne”.

“Come ogni anno – affermano la segretaria generale Cgil Trapani Liria Canzoneri e le responsabili per le Pari opportunità Cisl e Uil Trapani Delia Altavilla e Antonella Parisi – ci accingiamo a celebrare una giornata importante poiché utile a far crescere in tutte le persone la consapevolezza di un argomento tanto importante, qual è il contrasto alla violenza di genere, e in particolare a quella perpetrata ai danni delle donne. Attraverso le nostre iniziative vogliamo contribuire fattivamente a diffondere la cultura del rispetto di tutte le persone e la cultura del lavoro che rende le persone libere di autodeterminarsi e di affrancarsi da situazioni che mettono in pericolo la sicurezza personale. Proprio come facciamo riferimento nei titoli dei nostri seminari partire dal lavoro è indispensabile per liberarsi dal peso delle violenze”.

Nell’ ambito delle iniziative avviate al fine di promuovere il dialogo tra le Istituzioni e gli studenti del territorio, oggi alle ore 11, presso la Prefettura di Trapani avrà luogo un incontro per l’approfondimento del fenomeno.

Interverranno sul tema il Sostituto Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Trapani, dr.ssa Bruna Sardoni e il Direttore dell’U.O.C. Servizio di Psicologia A.S.P. Trapani, Giuseppe Giacalone.

L’iniziativa sarà arricchita dalla presenza attiva degli studenti dell’Istituto Comprensivo Pirandello S.G. Bosco di Campobello di Mazara, dell’Istituto d’Istruzione Superiore“Abele Damiani”di Marsala e dell’ Istituto Tecnico Nautico“L. Da Vinci/Marino Torre”di Trapani, che hanno peraltro contribuito con i loro contributi grafici alla stesura della locandina e che avranno occasione di esprimere nell’occasione le proprie riflessioni su questa problematica così delicata. L’ingresso in Sala sarà consentito dalle ore 10.30, previa esibizione di green pass.

Numerosi gli eventi previsti a Trapani oggi con il patrocinio del Comune. Alle 10.30 presso la Sala Sodano di Palazzo D’Alì, nell’ambito del progetto “Trapani è donna e madre” interverrà la presidente della Commissione Pari Opportunità Rachele Minunno. A seguire, a cura dell’associazione CSAIN, si dibatterà sulla parità di genere a scuola. Infine, con accompagnamento musicale del Maestro Maurizio Ruisi, vi sarà un ulteriore momento di riflessione promosso dalla stessa Commissione insieme all’associazione CO.TU.LEVI. dal titolo “Vivere è un diritto, perché negarlo?”. Nel pomeriggio, alle 17.30 sempre in Sala Sodano, concerto “Viaggio nel mondo femminile” a cura dell’associazione Sole del Sud.

Nella giornata di domani, inoltre, Palazzo Cavarretta si illuminerà di rosso. «Ancora una volta vogliamo porre l’attenzione su una tematica che ci impone riflessioni profonde affinché la parità di genere sia una realtà concreta e non solo su carta – dichiara l’Assessore Patti – e stimolare un dibattito serio e produttivo affinché possano essere intraprese tutte quelle azioni per fermare l’ignobile violenza che troppe donne sono ancora oggi costrette a subire. Con il progetto “Trapani è donna e madre”, fortemente voluto dalla nostra amministrazione, riteniamo di dare ancora una volta l’esempio affinché la società civile ed in particolar modo i giovani, possano crescere con una cultura che educhi al rispetto del prossimo senza discriminazioni e violenze».

Inoltre l’Associazione TeaKanto di Marsala presenterà lo spettacolo teatrale “Parto Unico”, scritto e interpretato da Giorgia Di Giovanni, attrice e psicoterapeuta. Portato in scena l’8 Marzo 2018 in una bellissima versione “corale”, lo spettacolo torna alla sua formula originaria di monologo e di happening teatrale per continuare a dare voce a tutte le madri che non si sono mai potute permettere uno spazio di riflessione e ascolto rispettoso delle proprie ferite, vissute nel momento del parto.

“Riteniamo che la cura del dialogo tra corpo e psiche – dice la dottoressa Di Giovanni – dovrebbe essere una prassi ormai consolidata, in particolare nell’esperienza del parto: la crescente attenzione alle “ferite” fisiche e psicologiche che la donna può subire e che oggi rientrano nella definizione di “violenza ostetrica”, ci riguarda come donne e come professioniste impegnate per il benessere psicologico. L’esigenza di raccontare questa ed altre storie legate al parto deriva dalla consapevolezza che non è affatto vero che il parto si dimentica, che poi passa tutto…”

La connessione tra l’esperienza del parto e la violenza sulle donne è ormai di interesse internazionale, come si può apprendere dall’Osservatorio sulla Violenza Ostetrica (OVO Italia). Giocando a stuzzicare le emozioni del pubblico, con una chiave drammaturgica visionaria e grottesca, Parto Unico vuole creare un momento di sensibilizzazione all’ascolto della donna che partorisce, mettendo in luce le criticità di un sistema che, non investendo sulla salute, rischia di trascurare il rispetto della persona in un momento di fragilità estrema. E nello stesso tempo vuole invitare ad una riflessione critica sulla capacità della donna di ascoltarsi e farsi ascoltare, sentire il proprio corpo e riconoscere i propri confini.

Lo spettacolo è inoltre una delle azioni del Progetto S.E.M.E. (Sessualità Empowerment Maternità Empatia) con cui l’Associazione TeaKanto, insieme alle associazioni Ciatu Meo e Eduverso, ha vinto il bando “Trapani è donna… e Madre” promosso dall’Assessorato alle Pari Opportunità del Comune di Trapani. L’evento si terrà oggi alle ore 18:30 al Teatro delle Radici, fondato in seguito a un protocollo d’intesa con l’Asp Trapani e il Dipartimento di salute mentale presso la Cittadella della Salute (Casa Santa Erice), concesso dal Direttore artistico Turi D’Anca, che ha apprezzato l’impegno e il valore sociale del progetto. Sempre nell’ambito delle manifestazioni contro la violenza sulle donne lo spettacolo sarà replicato nella città di Castelvetrano, giorno 27 Novembre ore 18:30 presso l’auditorium Ninni Fiore.

Il promo teatrale è visibile al link:

Diversi eventi sulla tematica anche a Marsala e a Campobello, qui anche un flash mob.

L’assessorato comunale alla cultura, all’istruzione e alle politiche sociali di Castelvetrano promuove una serie di eventi dal titolo“… Mai più sola” al fine di sensibilizzare e promuovere una cultura non violenta e più rispettosa delle donne.

Si tratta di 3 eventi a cui non mancare, tra cui spicca l’inaugurazione del neo “Sportello Antiviolenza” del comune presso il palazzo ex Eca, sito in via IV Novembre, che si terrà domenica 28 novembre alle ore 17.00, alla presenza della presidente regionale dell’associazione CO.TU.LE.VI Aurora Ranno. Lo Sportello nasce da un protocollo di intesa sottoscritto proprio dall’associazione CO.TU.LE.VI., dalla Prefettura di Trapani e dall’amministrazione comunale. Alla cerimonia inaugurale, interverrà la senatrice M5S Cinzia Leone, vicepresidente della Commissione parlamentare di inchiesta sul femminicidio, e su ogni forma di violenza di genere.

Oggi presso il sistema delle piazze, vi sarà una performance della giovane attivista santaninfese Sonia Giambalvo, impegnata per i diritti civili e sul tema della violenza sulle donne, che sarà coadiuvata da alcune studentesse di Castelvetrano. Dal sistema delle piazze, dopo la pausa derivante dalle restrizioni per la pandemia, ripartirà la panchina itinerante che sarà collocata in diversi punti della città, con l’obiettivo di sensibilizzare la cittadinanza e soprattutto i giovani. Proprio in questa location, si trova la panchina rossa donata alla città dalla famiglia La Gumina, in ricordo della terribile tragedia che vide vittima Daniela La Gumina nel marzo del 2019 e come simbolo della lotta alla violenza contro le donne.

Sabato 27 novembre, si terrà il terzo ed ultimo evento organizzato in seno alla celebrazione della giornata contro la violenza sulle donne. Presso l’Auditorium “Ninni Fiore”, alle ore 18, si esibirà l’attrice e psicoterapeuta Giorgia Di Giovanni nell’happening teatrale da lei scritto e diretto, intitolato “Parto Unico”. Lo spettacolo, portato in scena anche nella vicina Marsala, torna alla sua formula originaria di monologo per continuare a dare voce a tutte le madri che non si sono mai potute permettere uno spazio di riflessione e ascolto rispettoso delle proprie ferite, vissute nel momento del parto. Lo spettacolo ha vinto il bando “Trapani è donna… e Madre” promosso dall’Assessorato alle Pari Opportunità del Comune di Trapani.


Oggi, nella sala del Cinquecentenario di corso Mattarella
a Castellammare del Golfo, alle ore 17.30, “NON SOLO NOMI “, per ricordare le donne vittime di violenza, in particolare di quest’anno.

A cura del CIF (centro italiano femminile) comunale e del centro culturale Peppino Caleca con il patrocinio del Comune. Per dire NO alla cultura di violenza e di morte. SI alla cultura dell’incontro, del dialogo, del rispetto ed alla dignità dell’amore.

L’elenco delle donne vittime di violenza è stato anche trasmesso ai parroci di Castellammare del Golfo per un momento di preghiera in loro memoria nel corso delle celebrazioni eucaristiche della giornata.

Condividi su:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta