IlSognodiPrometeo, Alessandro Orlando pubblica il singolo “Luna piena a metà”

redazione

IlSognodiPrometeo, Alessandro Orlando pubblica il singolo “Luna piena a metà”

Condividi su:

mercoledì 23 Settembre 2020 - 10:09
IlSognodiPrometeo, Alessandro Orlando pubblica il singolo “Luna piena a metà”

Luna piena a metà è il nuovo singolo de IlSognodiPrometeo, ovvero il nuovo progetto del cantautore marsalese Alessandro Orlando, disponibile in streaming e in digitale da venerdì 18 settembre. Il brano, delle sonorità elettroniche all’interno del quale si racchiudono la malinconia del testo e una melodia cantautorale, segna il ritorno sulle scene del cantautore siciliano Alessandro Orlando.

“Luna piena a metà – racconta il cantautore marsalese, che da anni vive tra Roma e i numerosi viaggi compiuti – è un pezzo che parla di tutto ciò che pur essendo potenzialmente perfetto e appagante diventa inesorabilmente incompleto e monco visto da chi vive la mancanza di qualcuno, come una luna che, appunto, è piena ma è come se lo fosse a metà”.

Il Sogno di Prometeo è un nuovo progetto che porta al centro della sua nuova musica sonorità elettroniche, senza mai abbandonare la penna romantica e suggestiva con cui scrive tutti i suoi testi.Le relazioni sono generalmente al centro dei suoi temi, in particolare dell’essere umano con se stesso, con la vita, con la società, l’amore e il non visibile. Orlando, classe ’89, comincia a scrivere sin da piccolo e si appassiona alla musica e alla recitazione, che studierà dapprima a Marsala, poi a Palermo e poi a Roma. Studia al Saint Louis College of Music, nel 2016 presenta il suo primo album “Ogni cosa accadrà certamente” all’Auditorium Parco della Musica di Roma, che porterà in giro con uno spettacolo musicale con monologhi, incursioni teatrali e di prestidigitazione. È affascinato da una visione “olistica” dell’arte e ciò lo porta a sperimentare e a inserire stimoli sempre nuovi nel suo percorso, toccando la prestidigitazione, la recitazione, la poesia e la stand up comedy.

Condividi su:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta