Dormire con il ventilatore acceso non fa sempre bene. Ecco perché

redazione

Dormire con il ventilatore acceso non fa sempre bene. Ecco perché

Condividi su:

martedì 30 Giugno 2020 - 10:06
Dormire con il ventilatore acceso non fa sempre bene. Ecco perché

Dormire con il ventilatore ha i suoi pro e i suoi contro, bisogna decidere conoscendo bene le proprie esigenze

L’estate è la stagione più amata, perché porta il sole, il caldo e le giornate lunghe. Il caldo, però, a volte è davvero insopportabile, tanto da convincerci a dormire con il ventilatore acceso in camera, proprio davanti ai nostri letti.

Secondo The Sleep Advisor dormire con il ventilatore è una pessima abitudine per diversi motivi: il ventilatore farebbe circolare l’aria muovendo polvere e polline e favorendo il loro ingresso nei seni nasali; l’aria diffusa può seccare la pelle e gli occhi; l’aria spinta può provocare anche crampi ad alcuni muscoli.

Ci sono però anche dei vantaggi nel dormire con il ventilatore, per esempio il rumore bianco che genera può favorire il sonno e inoltre aiuta a regolare la temperatura.

Bisogna decidere se contano di più i vantaggi o gli svantaggi e scegliere!

Condividi su:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta