Retrocessione Marsala Calcio, le istituzioni locali: “Decisione più che mai discutibile”

redazione

Retrocessione Marsala Calcio, le istituzioni locali: “Decisione più che mai discutibile”

Condividi su:

martedì 09 Giugno 2020 - 13:26
Retrocessione Marsala Calcio, le istituzioni locali: “Decisione più che mai discutibile”

Siamo fortemente amareggiati per la decisione della Lega Nazionale dilettanti di “cristallizzare” tutte le classifiche dei dodici gironi di Serie D e di decretare, fra le altre cose, la retrocessione delle ultime quattro squadre in classifica di ogni gruppo fra cui il Marsala calcio – precisano il sindaco Alberto Di Girolamo e l’assessore allo Sport, Andrea Baiata -. La decisione ci sembra più che mai discutibile anche perché la nostra squadra era in terzultima posizione – quindi non in zona retrocessione diretta – e con un calendario favorevole nell’ultimo scorcio di campionato. A nostro giudizio sarebbe stato più giusto azzerare tutto e cominciare daccapo con la prossima stagione calcistica. Siamo vicini agli sportivi marsalesi.

andrea baiata
Andrea Baiata

Questi i commenti del sindaco Alberto Di Girolamo e dell’assessore allo Sport Andrea Baiata alla luce della decisione presa dalla Lega nazionale dilettanti sui campionati di serie D di tutta Italia che ha decretato, fra le altre, la retrocessione del Marsala.

Il Presidente del Consiglio comunale Enzo Sturiano, a nome personale e dell’Assise di Palazzo VII Aprile si associa alle proteste per la retrocessione del marsala calcio in serie D.

E’ una decisione semplicemente assurda quella di far retrocedere le ultime quattro squadre in classifica dei gironi della serie D – afferma il Presidente Sturiano -. Il campionato non si era affatto concluso e, peraltro, squadre come il Marsala avevano concrete possibilità di salvarsi. In questo modo non solo si penalizza il movimento calcistico locale ma anche tanti tifosi e i ragazzi che trascinati dall’entusiasmo di poter far parte della prima squadra si impegnavano nel settore giovanile. So che è difficile ma mi auguro che questa inconcepibile decisione possa essere annullata”.

Condividi su:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta