Marsala Calcio: agli arresti domiciliari il presidente Cottone e la moglie per peculato

redazione

Marsala Calcio: agli arresti domiciliari il presidente Cottone e la moglie per peculato

Condividi su:

sabato 09 Maggio 2020 - 09:26
Marsala Calcio: agli arresti domiciliari il presidente Cottone e la moglie per peculato

L’imprenditore palermitano Domenico Cottone, attuale presidente del Marsala Calcio, e la moglie Chiara Gulotta son stati arrestati nell’ambito dell’operazione “Washing Hall”. I due, rispettivamente rappresentante legale e amministratore di fatto della sala giochi ‘President Gaming Hall’ sita in via Cavour a Palermo, avrebbero commesso i reati di peculato ed attività abusiva finanziaria e sono indagati anche per il reato di riciclaggio.

I finanzieri del 2° nucleo operativo metropolitano di Palermo hanno accertato che i titolari dell’attività si sono appropriati degli importi su tutte le giocate effettuate e quelli previsti dal canone di concessione, senza versare i fondi, dovuti per legge, alla società concessionaria dello Stato. Le indagini si sono avvalse anche di intercettazioni telefoniche, videoriprese e controlli patrimoniali. All’interno della sala giochi si svolgeva, secondo quando ricostruito dai finanzieri, un’attività abusiva. I titolari concedevano anche dei ticket validi per giocare dietro la consegna di assegni bancari postdatati e in alcuni casi senza la data di emissione.

Cottone e la moglie si trovano agli arresti domiciliari.

Adesso, emergenza Coronavirus a parte, bisogna capire qual è il futuro del Marsala Calcio alla luce di questa ulteriore vicenda giudiziaria.

Condividi su:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta