Castellammare: manovre idriche comunali per l’emergenza Covid-19

redazione

Castellammare: manovre idriche comunali per l’emergenza Covid-19

Condividi su:

lunedì 23 Marzo 2020 - 11:44
Castellammare: manovre idriche comunali per l’emergenza Covid-19

Il sindaco: “Così da non avere più carenza d’acqua, abbiamo concordato con Eas l’utilizzo temporaneo del nostro personale per aprire e chiudere le reti idriche”.

« In questo periodo di emergenza per il coronavirus, abbiamo concordato con l’Eas di far effettuare al personale comunale le manovre per l’apertura e chiusura dell’acqua così da assicurare il servizio e non avere problemi con l’erogazione. Il responsabile di settore ha già dato ordine di servizio ai nostri dipendenti per questo incarico provvisorio, in attesa della fine dell’emergenza epidemiologica ».

Lo fa presente il sindaco Nicolò Rizzo che spiega:

«L’ente acquedotti siciliani è in liquidazione coatta da tempo ma deve garantire la continuità del servizio, e soprattutto in questo periodo di emergenza non è possibile trovarsi di fronte a disservizi. Per questo abbiamo concordato conil commissario liquidatore l’utilizzo provvisorio del nostro personale, che da tempo affianca gli operatori dell’Eas e quindi è formato per il compito di manovrare le reti idriche garantendo la correttezza del servizio e la salvaguardia degli impianti. Per garantire il servizio pubblico essenziale dell’erogazione idrica, potremo quindi svolgere le manovre idriche di apertura e chiusura autonomamente –afferma il sindaco Nicolò Rizzo-, così da non lasciare i cittadini senz’acqua, come in questo periodo di grande emergenza per l’epidemia da coronavirus non vogliamo assolutamente che accada. Il personale Eas si occuperà momentaneamente solo della lettura dei contatori ».

Il sindaco Nicolò Rizzo fa presente anche che «sono stati ultimati i lavori di manutenzione nel pozzo di Fraginesi-Costalarga per aumentare la portata d’acqua terminati ai primi di marzoal e non arrivare impreparati all’estate periodo notoriamente critico per i problemi di carenza d’acqua e guasti.Adesso-conclude il sindaco Nicolò Rizzo- affronteremo il problema della distribuzione idrica a Scopello».

Il pozzo principale di Inici porta in città il maggior quantitativo di acqua pari a 38 litri al secondo, il pozzo di Fraginesi -Costalarga fa arrivare 16 litri di acqua al secondo, mentre il pozzo di Scopello circa 4 litri di acqua al secondo.

Condividi su:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta