Eleonora Lo Curto (Udc): “Sosterremo Grillo sindaco con una nostra lista per il rinnovo del Consiglio comunale”

Gaspare De Blasi

Eleonora Lo Curto (Udc): “Sosterremo Grillo sindaco con una nostra lista per il rinnovo del Consiglio comunale”

Condividi su:

martedì 03 Marzo 2020 - 07:00
Eleonora Lo Curto (Udc): “Sosterremo Grillo sindaco con una nostra lista per il rinnovo del Consiglio comunale”

Eleonora Lo Curto, deputata regionale dell’Udc di cui è anche capogruppo all’Ars, nei giorni scorsi ha comunicato che a Marsala il suo partito nelle prossime elezioni amministrative sosterrà la candidatura a sindaco di Massimo Grillo.

Come è arrivata a questa decisione?

“Per quanto attiene il candidato sindaco per me di tratta di una scelta che già fatto cinque anni fa sostenendo l’ex deputato, anche allora candidato a sindaco di Marsala. Questa decisione matura dal fatto che per me le elezioni del prossimo 24 maggio devono segnare una discontinuità netta con l’attuale sistema di governo della Città, che a torto o a ragione, rimane estraneo, distinto e distante dalla comunità marsalese”.

Un giudizio quindi negativo sull’attuale amministrazione?

“Mi ricordo ancora il programma elettorale del sindaco uscente, sembrava l’elenco telefonico. Tante cose che sono rimaste nel libro dei sogni. L’Amministrazione ha vissuto dentro il palazzo e troppo poco ha avvertito la necessità di un dialogo con la gente”.

Questo è un giudizio amministrativo. Più volte lei in questi cinque anni ha sollevato la mancanza di un progetto politico.

Il sindaco è stato distante dalla stessa maggioranza consiliare che ne ha determinato l’elezione e dallo stesso Partito Democratico di cui lui stesso era il segretario comunale a tal punto da determinarsi una sorta di “fuggi fuggi” generale che è ben visibile dal posizionamento dei vari consiglieri che cercano una nuova identità politica ed una nuova casa”.

Alcuni di questi soggetti però hanno partecipato al progetto del tavolo dei moderati che oggi esprime Grillo candidato...

“Per questa ragione ho ben visto e seguito, seppure a distanza, gli incontri di un gruppo di soggetti politici di area moderata che in questi mesi ha serenamente e seriamente avviato un confronto alla ricerca di un candidato sindaco che potesse rispondere a diversi requisiti”.

Che requisiti deve avere il candidato sindaco che avete individuato?

In primis la capacità di essere il coach di una squadra con cui costruire regole chiare e strumenti per vincere le elezioni, ma soprattutto per governare in armonia per la città di Marsala. In seguito una volta eletto, deve avere un costante dialogo con la città. E poi ancora con il Consiglio comunale. Sia con la maggioranza che con la minoranza. Naturalmente nel rispetto dei ruoli”.

A proposito di posizioni politiche lei a Palermo sostiene un governo regionale di centro destra che a Marsala avrà delle sue liste e un candidato che si contrapporrà a quello che sostiene l’Udc.

Il tavolo dei gruppi civici ha preso in considerazione la candidatura di Massimo Grillo che potrebbe, a mio giudizio, riunire anche gran parte del centro destra da Forza Italia a Diventerà Bellissima oltre che all’UDC. Personalmente non ho nulla contro Lega e Fratelli d’Italia ma dubito che si possa pervenire ad una assoluta sintesi anche con questi due partiti. Marsala ha una tradizione di centro sinistra e forse l’elettorato non comprenderebbe uno sbilanciamento verso l’estrema destra della coalizione. Ho più volte precisato quanto fosse importante che la scelta maturasse senza interferenze esterne e senza ingerenze che potessero dare per scontate alleanze politiche precostituite e di candidature calate dall’alto, nella consapevolezza che le alleanze più durature e serie sono quelle che si fanno con i cittadini e nel rispetto della storia politica della città”.

Il suo partito presenterà una lista autonoma o i candidati di riferimento saranno nelle liste civiche?

“In quanto alle liste e ai simboli colgo l’occasione per precisare che nell’assoluto rispetto dei cittadini presenterò il simbolo dell’UDC per il ruolo che svolgo in ARS e perché bisogna riconoscere che la stagione dei populismi è finita. I cittadini hanno capito e hanno diritto ad essere trattati con rispetto. La chiarezza e l’onestà per me sono valori essenziali, non mi devo nascondere dietro una lista civica perché ho un partito nel quale sono stata eletta e con orgoglio posso ben dire di far sempre il mio dovere e di lottare con forza e determinazione per il mio territorio e per i siciliani tutti”.

Condividi su:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta