Il sindaco di Petrosino traccia un bilancio a metà mandato. “La prossima estate eventi di qualità”

Gaspare De Blasi

Il sindaco di Petrosino traccia un bilancio a metà mandato. “La prossima estate eventi di qualità”

Condividi su:

mercoledì 15 Gennaio 2020 - 10:56
Il sindaco di Petrosino traccia un bilancio a metà mandato. “La prossima estate eventi di qualità”

Gaspare Giacalone, sindaco di Petrosino è giunto alla metà del suo secondo mandato.

L’occasione giusta per tracciare un bilancio.

A proposito di Bilancio quello comunale del il 2020, tra pochi giorni approveremo in giunta l’atto deliberativo che invieremo al Consiglio. Dopo un anno in cui abbiamo dovuto riassestare i conti, chiedendo un po’ di sacrifici, ora imbocchiamo una strada diversa. Nuove opere pubbliche anche grazie alle rateizzazione dei tributi che estenderemo ulteriormente per le famiglie in difficoltà”.

Di quali opere si tratta?

“Io sono tra quei sindaci che la mattina, arrivato in comune, guardo il mio programma elettorale e cerco di dare seguito all’impegno preso con gli elettori. A breve inaugureremo l’Ecocentro dove i cittadini potranno conferire non solo la loro raccolta differenziata, ma anche materiale “particolare” di tutti i tipi. Troveranno il personale addetto nel centro che sarà un posto vivibile non certo un a discarica a cielo aperto. Abbiamo acquistato una vettura elettrica e 5 scooter per il personale comunale. Nel centro diurno avremo una biblioteca a disposizione dei petrosileni. Completeremo i lavori relativi alla via Regione Siciliana. Stiamo lavorando perché Petrosino nel suo centro, abbia una piazza. Abbiamo una situazione relativa all’edilizia scolastica buona, ma continueremo ad intervenire nel caso le scuole ne avessero bisogno”.

A proposito di scuole, nei giorni scorsi lei ha incontrato il nuovo comandante della stazione dei carabinieri. Si è parlato dei ripetuti furti ai danni delle strutture scolastiche?

“Certamente e sono preoccupato. Sono in corso indagini e non voglio intralciare il lavoro degli inquirenti. Noi faremo come abbiamo sempre fatto la nostra parte. Petrosino è un comune in prima linea nella lotta all’illegalità”.

A proposito, è iniziato il processo a carico del soggetto che le inviò un proiettile in una busta il 5 giugno del 2017…

Non ritenevo giusta la richiesta di archiviazione. Ho dato mandato al mio legale di fare opposizione e il giudice ci ha dato ragione. Ora è iniziato il processo”.

In questi anni quale è stato il rapporto con il Consiglio comunale e con l’opposizione?

“In aula con la mia maggioranza e con una parte dell’opposizione c’è un rapporto sereno. Con i dovuto distinguo, si collabora”.

Nei giorni scorsi era uscita fuori la notizia di un suo tesseramento al Partito Democratico. Che c’è di vero?

“Mi viene da sorridere, proprio adesso che il segretario Zingaretti ha annunciato l’imminente scioglimento del PD, io mi vado a tesserare? Non ho condiviso alcune scelte e io pur essendo un uomo di sinistra non ho aderito a quel progetto. Ne ho parlato con Nicola Zingaretti con il quale mi sento spesso. Ora guardo con attenzione alle scelte future. Il Paese ha bisogno di una forza autenticamente di sinistra dialogante con la gente. Con il governo Conte si sta imboccando una strada giusta, mentre non posso dire altrettanto del governo regionale. Basta guardare alle scelte in tema di raccolta dei rifiuti e del tentativo di scaricare tutto sui sindaci”.

Governo regionale che sta tentando il rilancio dell’aeroporto di Birgi.

“Noi abbiamo mantenuto i nostri impegni. Ora vogliamo vederci chiaro. Si sono fatti bandi inutili che non hanno prodotto nulla. Il territorio ha bisogno dell’aeroporto, ma ai turisti una volta arrivati dalle nostre parti cosa offriamo in termini di servizi e di cultura?”.

Tra pochi giorni prende il via il tradizionale Carnevale di Petrosino. Cosa aspettaci quest’anno?

“Quando mi sono insediato nel primo mandato il Carnevale lo “facevamo” soltanto noi in provincia. Ora , pur nel solco delle tradizioni da rispettare, stiamo puntando anche ad altro. Lavoriamo per il cartellone della prossima estate che sarà davvero di qualità”.

Un’ ultima domanda. Tra pochi mesi si vota per il rinnovo del sindaco e delle cariche amministrative a Marsala. Il suo nome era stato fatto a proposito di una eventuale sua candidatura. E poi?

“E poi nulla di vero. Guardo con interesse a quei comuni, come Marsala, con i quali intratteniamo rapporti di collaborazione territoriale ed istituzionale. Ma non mi è mai passato per la mente un mio impegno diretto. Così come, pur avendo delle mie preferenze, non le esternerò durate la campagna amministrativa per le comunali marsalesi”.

Condividi su:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta