Mentre arbitra una partita aggredisce a bottigliate un giocatore. Intervengono i carabinieri

Gaspare De Blasi

Mentre arbitra una partita aggredisce a bottigliate un giocatore. Intervengono i carabinieri

Condividi su:

venerdì 03 Gennaio 2020 - 12:43
Mentre arbitra una partita aggredisce a bottigliate un giocatore. Intervengono i carabinieri

Nella tarda mattinata di ieri i Carabinieri della Stazione di Valderice hanno dato esecuzione ad un ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari, emessa dal Tribunale di Palermo, nei confronti di Francesco Castiglione valdericino 41 anni il quale deve scontare la pena di anni 1 di reclusione in ordine al reato di furto, commesso nella Frazione di Bonagia, quando era stato sorpreso, nel mese di settembre del 2017, mentre asportava 2 pilozze in pietra ed altro materiale da una villetta.

Le indagini dei militari dell’Arma hanno consentito di risalire al soggetto e di ritrovare in casa sua il materiale asportato, prontamente riconsegnato al proprietario. L’arrestato, al termine delle formalità di rito, è stato condotto presso la propria abitazione in regime della detenzione domiciliare, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Nella stessa giornata i Carabinieri della Sezione Radiomobile di Trapani sempre nella frazione di Bonagia, nei pressi del campetto sportivo in quanto era in corso una lite tra 2 soggetti extracomunitari intenti a giocare una partita di calcetto. Ad un certo punto il senegalese K.D. 19 anni, in veste di arbitro, per futili motivi si scagliava contro un connazionale aggredendolo con una bottiglia in vetro rotta e provocandogli lesioni lacero contuse giudicate guaribili in giorni 12. Per i fatti sopra descritti il K.D. veniva deferito in stato di libertà mentre la vittima è stata ricoverata in osservazione presso l’ospedale Sant’Antonio Abate di Trapani.

Condividi su: