Il nuovo Tribunale di Marsala apre le porte: il taglio del nastro col Ministro Bonafede. FOTO

redazione

Il nuovo Tribunale di Marsala apre le porte: il taglio del nastro col Ministro Bonafede. FOTO

Condividi su:

mercoledì 09 Ottobre 2019 - 12:14
Il nuovo Tribunale di Marsala apre le porte: il taglio del nastro col Ministro Bonafede. FOTO

Dopo 12 anni di lavori finalmente il nuovo Tribunale di Marsala apre le porte. Lo ha fatto già, per il vero, nelle scorse settimane, quando è terminato il trasloco dei mobili e suppellettili dal vecchio Palazzo di Giustizia e con il “passaggio” di udienze, prima quelle civili e poi quelle penali collegiali.

inaugurazione Tribunale 2019

Oggi il tanto atteso taglio del nastro. L’area, da Porticella a tutta la via Giovanni Falcone è “off limits”, caos incredibile alla viabilità e forze dell’ordine a cercare di far defluire il traffico intenso nella zona.

Presenti, tra le Autorità, il Ministro di Giustizia Alfonso Bonafede, che ha tagliato il nastro assieme alla Presidente del Tribunale lilybetano, Alessandra Camassa; il sindaco Alberto Di Girolamo – che ha scoperto la targa inaugurale -, il Vescovo della Diocesi, Domenico Mogavero che ha dato la sua benedizione ai nuovi locali di via del Fante-Corso Gramsci, il Procuratore della Repubblica Pantaleo, nonchè il presidente degli Avvocati e il vice presidente dell’Associazione Magistrati. Presente anche l’ex Presidente del Palazzo di Giustizia, il giudice De Simone che ha avuto un piccolo malore, ma già rientrato. Presente anche il sindaco di Petrosino Gaspare Giacalone, le alte cariche militari, il Prefetto di Trapani, il Presidente del Consiglio comunale di Marsala Enzo Sturiano e diversi consiglieri comunali. C’è anche l’onorevole Piera Aiello, già testimone di giustizia.

Dopo l’inno di Mameli e i saluti istituzionali, il sindaco Alberto Di Girolamo ha percorso l’iter del Tribunale, annosa vicenda che si è risolta oggi. Mentre la Camassa, nel suo discorso, ha svelato una grande novità: all’interno della struttura, ci sarà un servizio di nursery per le mamme-lavoratrici che possono portare lì i propri figli in caso di necessità. Altra novità viene rivelata dal Ministro Bonafede: ci sarà anche un punto cardiologico, un giorno ci sarà un medico e due giorni la settimana 2 infermieri.

Condividi su: