Due associazioni marsalesi presentano una serie di proposte per lo Stagnone

redazione

Due associazioni marsalesi presentano una serie di proposte per lo Stagnone

Condividi su:

martedì 20 Settembre 2016 - 10:10
Due associazioni marsalesi presentano una serie di proposte per lo Stagnone

Le associazioni Ast Marsala e Pro Birgi hanno redatto un elenco di proposte riguardanti la zona dello Stagnone, sottoponendole all’attenzione dell’amministrazione comunale.

Il progetto prevede una serie di interventi: la sistemazione del manto stradale; il rifacimento dell’intera carreggiata nella zona vicina al B&B Laguna dei Fenici, franata per un tratto di 400m; la regolamentazione del traffico sulla litoranea con l’istituzione di un solo senso di marcia e lasciando una fascia di 2-2.50 metri della carreggiata a disposizione di pedoni e ciclisti; completamento dell’illuminazione; tagliare le canne e le erbacce lato mare in modo che la laguna ed il tramonto possa essere visto nella sua interezza; pulizia generale della zona lato mare per ovviare al degrado causato da cittadini e turisti poco rispettosi dei luoghi; sistemare la strada che dalla chiesa di Birgi arriva alla zona del kitesurf (Via Donna Michela), da sistemare in modo definitivo per assicurare il doppio senso di circolazione e la naturale via di fuga in caso di emergenza; integrare il limite di velocità con altri pittogrammi e istituire adeguati controlli; senso unico e limite di 15 Km/h da istituire lungo la Via Sances (strada strettissima e percorsa da mezzi di grossa cilindrata e SUV) fino alla via Donna Michela.

Il progetto segue un confronto sul futuro dello Stagnone che ha visto la partecipazione delle due associazioni (Ast per le strutture turistiche, Pro Birgi dei cittadini), del sindaco Alberto Di Girolamo e dell’assessore all’urbanistica Rino Passalacqua. Le proposte sono state sottoscritte da numerosi cittadini e le associazioni presiedute da Gaspare Giacalone e Franco Gambino si augurano che potranno essere inserite nel Piano Triennale delle Opere pubbliche, con la possibilità di ottenere finanziamenti con i fondi a disposizione del Gal Elimos.

Condividi su: