Salvatore Accardi (Una Voce per Marsala): “Grillo predica bene ma razzola male. Giudicheranno gli elettori”

Gaspare De Blasi

Salvatore Accardi (Una Voce per Marsala): “Grillo predica bene ma razzola male. Giudicheranno gli elettori”

Condividi su:

giovedì 16 Aprile 2015 - 17:06
Salvatore Accardi (Una Voce per Marsala): “Grillo predica bene ma razzola male. Giudicheranno gli elettori”

Salvatore Accardi ingegnere edile, consigliere comunale, è uno dei fondatori della lista “Una  Voce per Marsala”.

Come è nata questa iniziativa?

“Assieme ad un gruppo di Consiglieri comunali che ha ultimato l’esperienza prematuramente per le vicende giudiziarie del sindaco Giulia Adamo, ci siamo chiesti in questi ultimi mesi, come potevamo fare per continuare a dare una mano alla città di Marsala. Partendo da posizioni diverse, con diverse sensibilità, ma con la voglia comune di riuscire a fare qualche cosa di importante, abbiamo deciso di scendere in campo assieme”.

Perché non siete approdati in un partito?

“Veniamo da esperienze diverse. Io per esempio, sono stato eletto nella fila del centro sinistra. Era naturale che ognuno di noi portasse qualcosa di nuovo e di diverso senza che nessuno “si cancellasse” sotto la sigla di un partito. Inoltre tutti abbiamo condiviso il fatto che per avere idee e progetti non avremmo avuto necessariamente bisogno di un referente. Siamo autonomi e non abbiamo bisogno della chioccia. Dialogo aperto con tutti, ma decisioni autonome”.

E così avete scelto Alberto Di Girolamo sindaco?

“Il progetto del nostro candidato alla carica di primo cittadino, che certamente contribuiremo a portare alla vittoria, ci ha subito convinto. Abbiamo partecipato ai cosiddetti tavoli tematici. Assieme a tanta gente stiamo costruendo un programma elettorale dal basso. Fatto di idee ed aspirazioni. Siamo consapevoli, proprio perché provenienti dal Consiglio comunale, che alcune cose occorrerà tempo ed impegno per realizzarle. Ma con Di Girolamo abbiamo scelto di volare in alto tutti assieme”.

La vostra lista ha subito suscitato polemiche. Grillo per esempio ha lasciato l’alleanza perché c’eravate voi.

“Questa è una scusa bella e buona. I suoi rappresentanti al tavolo del centro sinistra non avevano mai manifestato queste preoccupazioni. Ci vuole coraggio affermare che Grillo voleva dialogare con i partiti. Quelli di Futuro per Marsala, Grillo e Pino Milazzo in testa, in queste  settimane ci stanno pressando per passare con loro. Non come lista, ma come singoli consiglieri. È la solita politica del predicare bene ma razzolare male”.

Intanto però una di voi, Francesca Angileri, ha lasciato il gruppo ed è approdata da Grillo:

“…e suo padre, l’ex consigliere provinciale Giuseppe, è stato subito nominato commissario comunale del Nuovo Centro Destra. Dispiace per la collega, ma in tanti di noi avevano intuito da tempo quale sarebbe stato l’epilogo della sua vicenda. Prima di questo cambio di casacca repentino, Francesca Angileri aveva firmato un documento di adesione alla candidatura di Alberto di Girolamo, dopo essere stata nel Nuovo Centro destra e averlo lasciato appena qualche settimana fa. La gente di questo tipo di politica si stanca. Noi siamo seri e non seguiremo logiche del genere”.

A proposito di seguire, c’è chi afferma che altri di voi, capogruppo in testa, potrebbero fare la stessa scelta. Che c’è di vero?

“Siamo oggetto di attenzione perché costituiamo la vera novità della competizione. Noi non stiamo cercando un “passaggio” verso il posto sicuro in Consiglio. Ci siamo messi tutti assieme sapendo che in campagna elettorale cercheremo i voti ognuno per conto nostro, ma tutti per la vittoria di Alberto Di Girolamo. Siamo stati oggetto, soprattutto il nostro capogruppo al Consiglio comunale, Alfonzo Marrone, al cui va tutta la mia solidarietà, di attacchi anche a mezzo stampa di bassissimo profilo. Lo ripeto al lista una Voce per Marsala starà tutta assieme e con essa i consiglieri Marrone, Coppola e Putaggio, che ne sono i fondatori. Altri cambino casacche  e candidati sindaco. Giudicheranno tra poco gli elettori. La nostra lista è pronta, rappresenta categorie sociali, uomini e donne, giovani e meno, che hanno scelto di impegnarsi per portare con Alberto Di Girolamo la buona politica a Palazzo del Municipio”.

Si parla di una sua presenza nella squadra di giunta del sindaco. E’ possibile?

“Abbiamo parlato di programma e di cose da fare per la città. Naturalmente con di Girolamo affronteremo anche questo aspetto più politico della vicenda elettorale. Io sono disponibile, ma con me chiunque della nostra lista può ricoprire incarichi nell’esecutivo. E’ una scelta che spetta al candidato sindaco”.

Condividi su:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta