Anci Sicilia: "E' urgente un tavolo di confronto con il Governo regionale e nazionale

Audrey Vitale

Anci Sicilia: "E' urgente un tavolo di confronto con il Governo regionale e nazionale

Condividi su:

giovedì 22 Gennaio 2015 - 11:40

E’ stato approvato ieri pomeriggio a Villa Niscemi, in occasione del Consiglio Regionale dell’AnciSicilia, un documento che ribadisce  la preoccupante situazione delle amministrazioni locali messe in ginocchio dai tagli da parte del Governo nazionale e regionale.
Fra i punti principali del documento l’ immediata convocazione del Tavolo Stato-Regione-AnciSicilia, oltre all’intenzione di contrastare le scelte  nazionali contro comuni e Mezzogiorno; la Speciale Autonomia Regionale, pretesto per scontri istituzionali, mistificazioni, sprechi e disservizi.

Il Consiglio regionale dell’Associazione ha sottolineato che sono all’ordine del giorno episodi di violenza e di minacce ad amministratori comunali impegnati per la legalità e lo sviluppo e che, purtroppo, le scelte nazionali non solo continuano a mortificare comuni e Mezzogiorno ma non tengono minimamente conto che gli enti locali, negli ultimi anni, non si sono sottratti a dare il loro contributo al risanamento della finanza pubblica.
Per questi motivi, l’AnciSicilia ha ribadito non solo la necessità di istituire un Tavolo di confronto tra Stato, Regione ed AnciSicilia ma ha anche proposto di collocare negli edifici comunali la bandiera della Regione siciliana a mezz’asta a scopo dimostrativo fino alla convocazione del tavolo stesso.
Inoltre, il 9 febbraio saranno convocati in tutti i comuni dell’Isola consigli comunali con la partecipazione di sindaci e giunte per valutare il documento del Consiglio regionale.
Infine, il 28 gennaio tutti i comuni dell’Isola, per 5 minuti, spegneranno le luci dei palazzi comunali e di una parte del centro città.

Condividi su:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta