In campo contro il razzismo: a Buseto Palizzolo una partita di calcio fra i componenti dell'Ammistrazione comunale e gli ospiti del Centro Sprar

Audrey Vitale

In campo contro il razzismo: a Buseto Palizzolo una partita di calcio fra i componenti dell'Ammistrazione comunale e gli ospiti del Centro Sprar

Condividi su:

martedì 16 Dicembre 2014 - 17:11

Diverse le iniziative, in occasione della festività, nei centri Sprar di Buseto e Custonaci gestiti dal Consorzio Solidalia

 Si svolgerà giovedì 18 Dicembre a partire dalle 15 presso il campetto “Badìa” a Buseto Palizzolo l’iniziativa“Un calcio al razzismo”.

A “sfidarsi” in un match calcistico saranno alcuni componenti dell’Amministrazione Comunale di Buseto Palizzolo e gli ospiti del centro Sprar (sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati) cittadino, appartenente alla rete di accoglienza “I colori del Mondo”, che comprende altri 5 comuni del trapanese e che è gestita dal consorzio di cooperative sociali “Solidalia”.

“Una partita che ha un grande significato – afferma il presidente del Consorzio Maria De Vita – perché è metafora di multiculturalismo e incontro, attraverso un gioco che si arricchisce grazie anche alla diversità dei partecipanti. Ringraziamo l’Amministrazione Comunale di Buseto Palizzolo e in generale tutte le amministrazioni coinvolte nel progetto “I colori del mondo” che hanno mostrato una grande sensibilità e disponibilità per le iniziative di solidarietà ed accoglienza”.

Ma sono diverse le iniziative che coinvolgono gli ospiti dei centri Sprar di Buseto Palizzolo e Custonaci: è in corso a Buseto, e si concluderà a Febbraio 2015, il laboratorio di Media Education “Mirror” gestito dall’Associazione “MediAzione”.

L’Ufficio ecumenico diocesano invece avvierà, a partire da venerdì 19 Dicembre, un percorso religlioso-ecumenico dal titolo “Avvento con la Nigeria” con laboratori di preghiera, spiritualità e dialogo interreligioso insieme agli ospiti del centro Sprar di Custonaci.

Sempre a Custonaci, lunedì 22 Dicembre alle 10 si svolgerà un “pranzo multietnico”, alla presenza delle autorità locali, per vivere insieme un momento conviviale e di vicinanza in prossimità delle festività natalizie.

Condividi su:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta