Comparto marmifero: più equi i canoni sulla produzione delle attività estrattive

Audrey Vitale

Comparto marmifero: più equi i canoni sulla produzione delle attività estrattive

Condividi su:

giovedì 31 Luglio 2014 - 17:05

Grande soddisfazione di Confindustria Trapani per l’approvazione dell’articolo della finanziaria regionale sulle norme in materia di estrazione dei giacimenti minerari di cava. Il Presidente della sezione Marmi di Confindustria Trapani Vito Pellegrino commentando l’approvazione dell’art 48 della finanziaria regionale sulle norme in materia di estrazione dei giacimenti minerari di cava si definisce molto soddisfatto “infatti la norma in questione, commisurando l’entità dei canoni alla superficie e al volume della cava, consente di rendere questi più equi ed accettabili per gli operatori del marmo che si erano visti lo scorso anno piombare addosso l’ennesimo balzello che avrebbe messo a repentaglio l’intero settore. Inoltre la norma consentirà una riduzione importante degli adempimenti burocratici e amministrativi che rischiavano di appesantire il lavoro degli operatori del settore” Continua Pellegrino “Con l’approvazione dell’art 48, fortemente voluto dagli operatori, vengono meno tutti i gravami amministrativi e burocratici derivanti dall’applicazione dell’art 12 della LR 9/2013 che aveva introdotto il canone e soprattutto viene meno il rischio concreto di incorrere in quantificazioni errate da cui potevano derivare, a carico degli operatori, sanzioni penali e revoca delle autorizzazioni”. Anche il Presidente di Confindustria Trapani Gregory Bongiorno nell’ esprimere apprezzamento per l’approvazione dell’articolo della finanziaria regionale afferma che: “questo è un esempio virtuoso che dimostra che quando la politica ascolta le istanze degli operatori economici e delle associazioni di categoria ed in questo caso di Confindustria Trapani, vengono emanate delle buone leggi a sostegno dell’economia e dello sviluppo del territorio. Pertanto non possiamo che ringraziare gli On.li Gucciardi e Milazzo che sono stati i primi firmatari dell’emendamento presentato, nonchè gli Onorevoli Turano,Fazio e Ruggirello che hanno sostenuto fortemente la norma in Assemblea Regionale.

Condividi su:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta