L’Asp di Trapani parteciperà all’evento umanitario Fly For Peace

Claudia Marchetti

L’Asp di Trapani parteciperà all’evento umanitario Fly For Peace

Condividi su:

giovedì 17 Luglio 2014 - 12:43

L’ASP 9 di Trapani parteciperà all’evento Fly for Peace. L’ASP allestirà un focal point in Piazza Vittorio sede della manifestazione. Nello specifico si tratta di una attività di prevenzione primaria coordinata dal dott. Sparaco Antonino, responsabile del Coordinamento Aziendale per le Attività di Prevenzione del Dipartimento Salute Mentale in collaborazione con il coordinamento dei SER.D di cui è responsabile il dott. Guido Faillace e condivisa dal Direttore del Dipartimento Salute Mentale dott.ssa Giovanna Mendolia. La postazione prevede la presenza di operatori del Dipartimento Salute Mentale, che daranno informazioni utili sui servizi del dipartimento e la diffusione di materiale informativo sui danni legati all’uso di sostanze stupefacenti. “Oggi – secondo il dott. Antonio Sparaco – le attività sanitarie hanno fortemente migliorato la qualità di vita dei soggetti tossicodipendenti e delle loro famiglie, grazie agli interventi di diagnosi, cura e riabilitazione degli operatori dei SER.D della provincia. La nostra preoccupazione è rivolta al nuovo uso delle varie sostanze, che in alcuni casi ha convinto soprattutto le giovani generazioni che un uso occasionale possa essere compatibile con la vita quotidiana; ciò non è vero in quanto la maggior parte delle sostanze provoca danni irreversibile sia nella sfera fisica che psichica del soggetto”. Il Direttore Generale dott. Fabrizio De Nicola, manifesta pieno apprezzamento per la partecipazione ad una occasione come questa, “… la nostra presenza in una manifestazione per la pace, si trova in linea alla nuova posizione dell’ONU sulla guerra alla droga. Infatti dalle dichiarazioni dell’ex Segretario Generale dell’Onu, Kofi Annan della Commissione Globale delle Politiche sulla Droga, emerge che dopo 50 di guerra alle sostanze stupefacenti, ci si è resi conto che il problema bisogna trasformarlo da una persecuzione crimine ad una gestione sanitaria. Per questo motivo la nostra Azienda non deve abbassare la soglia di attenzione al fenomeno droga e deve posse in essere una implementazione delle azioni di prevenzione primaria sanitaria dedicata a tutta la popolazione target”. Il dott. Fabrizio De Nicola e il dott. Antonio Sparaco parteciperanno ai “ Dialoghi della Pace” che si terranno al centro Ettore Maiorana ad Erice.

Condividi su:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta