Il voto a Marsala: M5S primo partito, la Ingianni porta Verdi-Sinistra al 10%

redazione

Il voto a Marsala: M5S primo partito, la Ingianni porta Verdi-Sinistra al 10%

Condividi su:

Monday 26 September 2022 - 12:53

Il 51,78% dei marsalesi ha espresso il proprio voto alla Camera dei Deputati e al Senato della Repubblica. Si tratta di 33.609 votanti su 64.907 elettori. Alle precedenti nazionali, la percentuale di votanti era del 62,03%. Nonostante l’election day che univa regionali e politiche, dunque, il calo è stato considerevole (pari all’11,25%).

In molti aspetti, il voto marsalese rispecchia il trend nazionale e regionale: da un lato c’è l’affermazione della coalizione di centrodestra (con la candidata all’uninominale Marta Fascina che ottiene 9.979 voti in città, pari al 33,92%), dall’altro vede il brillante risultato del Movimento 5 Stelle, che da solo raccoglie il 28,25% dei consensi. Nel centrodestra Fratelli d’Italia è la lista più votata (16,36%) davanti a Forza Italia (12,41%), Lega (4,97%) e Noi Moderati (0,42%).

Nella coalizione progressista il Pd è al 10,82%, ma spicca soprattutto il risultato di Verdi-Sinistra, legato alla candidatura come capolista di Antonella Ingianni(2859 voti di lista, pari al 9,91% dei consensi, mentre al Senato arriva poco sotto il 4%). Adesso si dovrà attendere la ripartizione dei seggi per sapere se la docente marsalese approderà a Montecitorio.

Restando nella coalizione progressista, rimangono al di sotto dell’1% +Europa e Impegno Civico. Sopra il 7% la lista De Luca sindaco d’Italia (7.04%), mentre Azione-Italia Viva va al 4,09%, davanti a Italexit 1,97%, Unione Popolare con De Magistris (1,03%) e Italia Sovrana Popolare (0,99%).

Condividi su:

0 commenti

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Commenta