Ingorghi e code all’uscita da scuola, caos a Marsala

redazione

Ingorghi e code all’uscita da scuola, caos a Marsala

Condividi su:

Thursday 22 September 2022 - 08:15

L’inizio della scuola, se da un lato ha visto la (speriamo) celere mobilitazione di Marsala Schola che avvierà lunedì 3 ottobre mensa e servizio scuolabus, nonché le istanze entro la fine del mese per quanto riguarda l’assistenza alla comunicazione nelle scuole comunali, dall’altro ha portato a notevoli problematiche.

Non solo di sedi – come nel caso dell’Itet “G. Garibaldi” e dell’Agrario “Damiani” – ma pure di edilizia scolastica e di organizzazione della viabilità. Negli anni alcuni punti sensibili, come la via Trapani, la via Sirtori, l’ex Mergellina e via Giovanni Falcone, sono stati al centro delle attenzioni delle Amministrazioni che si sono succedute e della Polizia Municipale.

Quest’anno è tornato il caos nelle strade marsalesi ed è ben peggio rispetto agli scorsi anni in cui qualche toppa era stata messa. Come i due divieti all’ingresso della via Falcone, strada che costeggia il quartiere Sappusi e in cui si trovano ben 4 scuole, tra cui il plesso “Sturzo-Asta”, il Liceo “Pascasino” e lo Scientifico.

I divieti prevedono che nelle ore di entrata e di uscita da scuola, tutti i mezzi non attraversino la suddetta via andando verso il centro Città; si può invece procedere verso il litorale dello Stagnone e quindi verso Trapani. Ma nei primi giorni del nuovo anno scolastico – complice diverse classi che hanno orario ridotto per via di docenti ancora non nominati – le scolaresche escono da scuola anche prima delle 12.30, orario da cui poi parte il divieto, creando ingorghi e veri e propri blocchi stradali in via Falcone, a partire da corso Gramsci e sempre peggio imboccando la prima rotonda di Sappusi, quasi di fronte il plesso “Asta”.

Diverse le auto che hanno messo in modalità stand by o addirittura spento il motore delle vetture, aspettando in coda per decine di minuti. Ciò crea un reale pericolo per i pedoni, perché le auto, per sgomberare in qualsiasi modo la carreggiata, si dipanano in ben tre file, infilandosi alla bene e meglio in qualsiasi varco. Per non parlare dello smog prodotti dai gas di scarico e dell’inquinamento acustico causato dai clacson.

Neppure ieri c’era, verso le 12.15 una pattuglia dei Vigili urbani che solitamente stazionano nei pressi del benzinaio vicino al Liceo “Pascasino”, anche perché per l’appunto era ancora un orario non rientrante nel divieto.

L’Amministrazione comunale dovrebbe urgentemente convocare un incontro con la Polizia Municipale per evitare che queste situazioni non si verifichino ancora e in altre aree della Città. Perché lasciare il centro urbano con i propri mezzi diventerebbe sempre più complesso. E difatti l’unico “sfogo” della zona è la strada che costeggia Salinella, mai come oggi così trafficata.

Condividi su:

0 commenti

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Commenta