Aldo Rodriquez: “Chi ha lasciato il Movimento 5 Stelle sbaglia”

redazione

Aldo Rodriquez: “Chi ha lasciato il Movimento 5 Stelle sbaglia”

Condividi su:

venerdì 24 Giugno 2022 - 07:32

Aldo Rodriquez architetto, ex consigliere comunale di Marsala e storico rappresentante del M5S lilybetano.

Questi sono giorni “particolari” per la sua storia politica. L’annuncio di Luigi Di Maio che assieme ad oltre 60 parlamentari ha lasciato il Movimento che eco ha fatto arrivare anche dalle nostre parti?

“Comprendo la sua domanda e rispondo come mi sono risposto io stesso: rimango nel Movimento. Io sono nei 5 Stelle. Fino a quando non verranno meno le battaglie sui temi fondanti, come per esempio il sociale e l’ambiente, io rimarrò al mio posto che è quello di iscritto al Movimento”.

Che idea si è fatto di quanto accaduto?

“Mah. Ci sono cose che si fanno fatica a capire. Di Maio dice di essere atlantista ed europeista, perché noi che abbiamo detto e fatto in direzione opposta? L’altra sera lui, quelli che lo hanno seguito e i parlamentari del M5S hanno votato la medesima risoluzione. Noi cerchiamo di dare centralità al ruolo del parlamento. Chi non è d’accordo lo dica chiaramente invece di “inventarsi” questioni e temi che nessuno ha mai sollevato”.

Lei conosce la realtà del Movimento in questa provincia. Pensa che ci saranno altre defezioni di tipo istituzionale?

“Per il momento ho solo notizia di deputati nazionali e regionali. Parecchi dei quali però avevano già lasciato il Movimento prima. A Marsala ho rapporti con gli iscritti e nessuno mi ha detto che vuole seguire Luigi Di Maio. Io però ripeto, sono convinto che chi lascia il Movimento sbaglia”.

Nei giorni scorsi è stato nominato il nuovo referente regionale Nuccio Di Paola che si sta occupando dell’organizzazione delle primarie per la carica di candidato alla presidenza della Regione assieme agli altri partiti politici. Pensa che dopo i recenti fatti le primarie verranno rimandate?

“Nelle ultime ore si è aperta una discussione che mi appare più mediatica che concreta. Noi comunque e questo accade dopo due anni per la prima volta, sabato 25 giugno ci rivedremo in assemblea a Caltanisetta, tra breve poi verranno nominati i referenti provinciali. Il Movimento è vivo e vuole ripartire con i temi che ci sono più congeniali che fanno parte della nostra storia e costituiscono parte integrante del nostro impegno”.

Il M5S a Marsala come sta?

“Mi piacerebbe potere dire che gode di buona salute, dopo la pandemia che speriamo ormai lasciata alle spalle, ripartiamo anche a Marsala”.

L’argomento regionali riguarda anche il rinnovo dell’Ars. Lei proporrà la sua candidatura?

“Il metodo della scelta dei candidati nel movimentoM5S saranno dettate dal referente provinciale che dovrà capire chi sul territorio ha la capacità di poter esprimere ciò. Personalmente sarò lì per mettere a disposizione la mia esperienza amministrativa fatta nei miei anni di consiliatura”

Condividi su:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta