Garage 41: un progetto sociale de Lisola Onlus grazie allo sport con la “Sturzo-Asta”

redazione

Garage 41: un progetto sociale de Lisola Onlus grazie allo sport con la “Sturzo-Asta”

Condividi su:

venerdì 17 Giugno 2022 - 09:00

“Garage 41” è il nome del progetto sociale, rivolto ai ragazzi di confine, voluto e ideato da Peppino Lentini, clown-dottore dell’associazione “Lisola Onlus” di Marsala ed educatore professionale referente in Provincia di Trapani di APEI (Associazione Pedagogisti ed Educatori Italiani).

L’iniziativa si rivolge a tutti i ragazzi, dai 12 ai 25 anni, con l’obiettivo di permettere una riqualificazione sociale e culturale attraverso attività ludico educative pensate e realizzate su misura per loro. Il nome prende spunto proprio dal “garage”, tipico luogo di ritrovo per i ragazzi di quartiere.

“Il garage, per me e per molti dei miei amici, ha assunto il significato simbolico di un luogo protetto in cui riunirci per condividere attività, giochi, mestieri, gioie e dolori dell’età adolescenziale”, afferma Peppino Lentini.

Tra le varie iniziative che avranno luogo presso “Garage 41” va menzionata “Io non scavalco”: che fa parte di una rosa di progetti ideata per la riqualificazione socio educativo e pedagogica dei ragazzi del quartiere Sappusi, da tempo “abbandonati” al loro destino. E’ prevista una partita di calcetto settimanale tra i ragazzi del quartiere Sappusi e gli educatori de Lisola e dell’Istituto “Sturzo-Asta” con la finalità, attraverso il gioco, di incentivare una condivisione ludica.

“Da educatore di strada sono dell’idea che l’adulto di riferimento debba vivere e condividere le esperienze con i suoi allievi, costruendo dal basso le fondamenta per un progetto educativo fondato sulla fiducia, sul dialogo e sulle emozioni”, afferma Lentini.

“Come dirigente scolastico ho accolto con entusiasmo l’iniziativa proposta dall’associazione Lisola Onlus perché il campo sportivo polifunzionale, collaudato e concesso da pochi mesi da parte del Comune all’Istituto, rappresenta un centro di aggregazione culturale, sociale, sportivo e opportunità formativa curriculare ed extracurriculare, per giovani generazione del territorio che hanno l’occasione di vivere insieme, di dedicare più tempo alle relazioni, allo sport, di sperimentare e realizzare i propri talenti”, conclude la preside Anna Maria Alagna.

Nella foto alcuni componenti del gruppo “Io non scavalco”: Francesco Gelfo (DSGA dell’I.C. Sturzo-Asta) Onofrio Angileri (Clown “Onix” de Lisola ed ex calciatore), Carlo Zichittella (ATA dell’I.C. Sturzo-Asta ed ex calciatore) Anna Maria Alagna (Dirigente dell’I.C. Sturzo-Asta), Peppino Lentini (Educatore e Clown dottore “Cittolo Clapa” de Lisola Onlus), Gaetano D’Esposito (Sott’ufficiale Aeronautica militare), Cesare Dell’Oglio (ex calciatore) Accosciati: Joele Falco, Brian Cordaro, Antonio Marceca, Kevin Graffeo, Francesco Liuzza, Nicolas Genna.

Condividi su:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta