Roberto Angileri: “ la mia candidatura a sindaco di Petrosino all’insegna della continuità e del rinnovamento”

Gaspare De Blasi

Roberto Angileri: “ la mia candidatura a sindaco di Petrosino all’insegna della continuità e del rinnovamento”

Condividi su:

venerdì 29 Aprile 2022 - 06:49

Roberto Angileri, attuale assessore della Giunta Giacalone, è il candidato sindaco di Petrosino sostenuto proprio dall’Amministrazione guidata dal sindaco uscente.

Angileri, come è nata la sua candidatura?

“Ho avuto l’onore di amministrare in questi anni con donne e uomini con i miei stessi principi e il mio stesso senso del dovere. Quando all’interno di questo gruppo sono iniziate le varie consultazioni per la scelta di un candidato che potesse rappresentare una continuità ed è emerso il mio nome, sono rimasto stupito e lusingato. Mi ritengo un uomo libero, non tesserato in alcun partito, non esponente di associazioni e quindi ho ritenuto necessario fare le mie riflessioni. Mi sono confrontato con quei partiti, quelle associazioni, quei liberi cittadini che a torto o a ragione si erano mostrati lontani o a volte ostili all’Amministrazione. Ne è emerso un bilancio positivo. Ho potuto constatare che quattro anni di lavoro serio e l’impegno nello svolgere il mio ruolo erano evidenti anche al di fuori dell’Amministrazione. Da questa consapevolezza nasce la mia candidatura”.

Lei occupa il ruolo di assessore ancora in carica. E’ soddisfatto del lavoro svolto?

“La mia vita è sempre stata al servizio delle istituzioni e in quest’ottica ho accettato e ho assolto il mio incarico di assessore. Ho amministrato con serietà, nel rispetto delle leggi mostrando competenza e contribuendo a quella crescita culturale ed economica che è reale e tangibile a Petrosino. Gli ultimi due anni di pandemia, stare al fianco dei nostri cittadini e delle attività produttive, è stato motivo di crescita amministrativa e umana”.

Che giudizio esprime sui dieci anni di Giunta guidata da Gaspare Giacalone?

“Per giudicare l’Amministrazione Giacalone bisogna distinguere i due mandati. Sul primo mandato il mio giudizio, come quello della cittadinanza non può che essere positivo. Il secondo mandato che mi ha visto parte attiva, è più che positivo. È stato svolto un lavoro straordinario in termini di infrastrutture e servizi quali la realizzazione dell’ecocentro, del Biodistretto Terre degli Elimi, il nuovo sistema di videosorveglianza, la strada di viale Regione Siciliana, le politiche smart come la casetta dell’acqua, il progetto “Pedone sicuro” per le scuole e i servizi nel welfare svolti in un periodo storico di emergenza mondiale”.

Ci sono cose che si sarebbero dovute fare e che per vari motivi non si sono realizzate?

“La pandemia ci ha in qualche modo rallentato nella realizzazione di alcune opere che avrebbero già visto la luce ma che a breve verranno comunque realizzate”.

Nei primi 100 giorni, se verrà eletto sindaco, quale sarà il suo programma?

“Essendo ancora in carica come amministratore mi occuperò di portare a compimento quei progetti che sono già esecutivi e finanziati. Ad esempio, la pista ciclabile e la riqualificazione dell’intera area costiera attraverso il recupero di edifici storici quali la Casa dell’acqua e Torre Sibiliana, la riqualificazione di Piazza Biscione che ci permetteranno la valorizzazione e lo sviluppo ecosostenibile dell’intera area, ma contestualmente il PNRR dal quale abbiamo già ottenuto dei finanziamenti sarà fondamentale per la crescita della città riguardo le aree tematiche di maggiore interesse del mio programma quali le politiche sociali, quelle economiche riguardanti l’agricoltura e l’imprenditoria, lo sviluppo turistico e l’ambiente”.

Chi saranno i componenti della sua Giunta? Desidera dare continuità o prevede cambiamenti e la lista per il rinnovo del Consiglio comunale è pronta?

“Ribadisco il motto “continuità e rinnovamento”. Infatti questo vale sia per quanto riguarda la nuova amministrazione sia per il rinnovamento del Consiglio Comunale. Nella Giunta ci sarà un esponente dell’amministrazione uscente e per il consiglio comunale ci saranno quattro consiglieri uscenti per il resto varrà il concetto del rinnovamento”.

Se lo desidera, il sindaco Giacalone avrà un ruolo nella sua coalizione?

“Con il sindaco Giacalone abbiamo un rapporto di amicizia e stima reciproca che ci lega dall’infanzia. Mi ha già espresso la volontà di chiudere la sua esperienza politica a Petrosino. Comprendo la sua scelta di intraprendere nuovi percorsi di vita che sicuramente merita. Per quanto riguarda la lista dei consiglieri è pronta”.

La sua coalizione, viste anche le adesioni, è di centrosinistra?

“La mia coalizione vede all’interno anche delle forze politiche di centrosinistra ma la nostra è una lista civica che racchiude una pluralità di pensieri il cui unico interesse è il bene comune Petrosino”.

Condividi su:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta