Obbligo vaccinale per il personale scolastico e Green Pass rinforzato: il nuovo decreto illustrato da Draghi

redazione

Obbligo vaccinale per il personale scolastico e Green Pass rinforzato: il nuovo decreto illustrato da Draghi

Condividi su:

mercoledì 24 Novembre 2021 - 19:26

Il presidente del Consiglio Mario Draghi, affiancato dai Ministri Speranza e Gelmini, ha illustrato le misure contenute nel nuovo decreto sull’emergenza Covid che allarga la platea interessata dall’obbligo vaccinale (senza però estenderlo a tutti) e introduce il Green Pass “rafforzato”.

“La situazione italiana è sotto controllo, grazie ai risultati ottenuti grazie alla campagna vaccinale”, ha esordito in conferenza stampa Draghi, evidenziando al contempo la gravità della situazione europea, anche per quanto riguarda gli Stati confinanti e il lieve (ma costante) peggioramento registrato pure nel nostro Paese in questi giorni. Se si aggiunge a ciò l’affievolimento della copertura vaccinale e l’imminenza della stagione invernale, in cui i virus tradizionalmente circolano maggiormente, l’esigenza di nuove misure di contenimento del contagio appare evidente e Draghi ne ha spiegato la logica: “prevenire per conservare quello che gli italiani si sono conquistati nel corso di quest’anno”.

A seguire, il presidente del Consiglio ha ceduto la parola al Ministro per la Salute Roberto Speranza, che ha confermato l’estensione dell’obbligo vaccinale a tutto il personale sanitario, alle forze dell’ordine e al personale scolastico. Il Green Pass (che non durerà più 12 ma 9 mesi), come anticipato nelle scorse ore, sarà esteso agli alberghi, al trasporto ferroviario regionale e interregionale e al trasporto pubblico locale, nonché agli spogliatoi di tutte le attività sportive. Dal 6 dicembre 15 gennaio non sarà più possibile ottenere il “lasciapassare verde” con il semplice tampone (nemmeno in zona bianca), ma soltanto con il vaccino o un certificato di guarigione. Di fatto, chi non sarà in possesso di Green Pass “rafforzato” non potrà accedere a spettacoli, eventi sportivi, bar e ristoranti al chiuso, né a feste, discoteche, cerimonie pubbliche. “Tutto ciò – ha sottolineato Speranza – in modo da evitare restrizioni”. “E’ un provvedimento che vuole tenere aperto il Paese e sostenere l’economia”, ha aggiunto la Ministra per le Politiche Regionali, Maria Stella Gelmini.

Tra le misure previste nel decreto anche un rafforzamento del sistema dei controlli: entro 3 giorni dall’entrata in vigore del nuovo provvedimento, i Prefetti sentiranno il Comitato provinciale ordine e sicurezza; entro 5 giorni adotteranno il nuovo piano di controlli coinvolgendo tutte le forze di polizia e relazionando periodicamente al governo. Per quanto riguarda l’utilizzo delle mascherine protettive resta non obbligatoria all’aperto in zona bianca e obbligatoria all’aperto e al chiuso in zona gialla, arancione e rossa. Sempre obbligatorio in tutte le zone portarla con sé e indossarla in caso di potenziali assembramenti o affollamenti.

Condividi su:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta