Stop violence, due giorni all’Itet “Garibaldi” di Marsala per la strategia UE sulla parità di genere

redazione

Stop violence, due giorni all’Itet “Garibaldi” di Marsala per la strategia UE sulla parità di genere

Condividi su:

mercoledì 24 Novembre 2021 - 10:54

 In occasione della Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne che si celebra domani, 25 novembre, l’Itet “G. Garibaldi” di Marsala organizza una iniziativa.

In collaborazione con Europe direct TrapaniSicilia, DG COMM Commissione Europea, l’Istituto Commerciale organizza un evento oggi e domani a partire dalle ore 9, per sensibilizzare gli studenti e la comunità educante in relazione al tema della violenza contro le donne e di conoscere l’impegno del Commissione europea e del Parlamento europeo in merito al sostegno ai diritti delle donne e alla legislazione per la tutela dei diritti di genere. “L’incontro – dichiarano la preside Loana Giacalone e il Responsabile dello Europe Direct TrapaniSicila, Marta Ferrantelli – consolida i rapporti istituzionali tra l’ITET e lo Europe Direct nella condivisione dei valori fondanti di un modello di società civile che tenga conto del riconoscimento degli interventi legislativi proposti dalle istituzioni, auspicando che si possa costruire un rinnovato modello sociale di civiltà”. 

Le due giornate di lavoro previste, il 25 e 26 novembre, si muovono all’interno della cornice della “Strategia per la parità di genere 2020-2025”. La strategia dell’UE per la parità di genere tiene fede all’impegno della Commissione von der Leyen per un’Unione dell’uguaglianza. La strategia presenta gli obiettivi strategici e le azioni volte a compiere progressi significativi entro il 2025 verso un’Europa garante della parità di genere. La meta è un’Unione in cui le donne e gli uomini, le ragazze e i ragazzi, in tutta la loro diversità, siano liberi di perseguire le loro scelte di vita, abbiano pari opportunità di realizzarsi e possano, in ugual misura, partecipare e guidare la nostra società europea.

L’ITET “G. Garibaldi” aderisce al “Protocollo d’intesa” del 29.03.21, Sportello antiviolenza, stipulato tra USR SICILIA – Ambito Territoriale di Trapani e la Procura della Repubblica di Marsala, ed è altresì impegnato, in collaborazione con lo Europe Direct TrapaniSicila, su iniziativa della Rappresentanza Italiana della Commissione Europea, nel progetto “Io lo chiedo”, sulla cultura del consenso. Il progetto, proposto da Amnesty International, Mindfulness e Interessere, ha coinvolto scuole di tutta Italia e si occupa di ricerca e studio dei diritti e della parità di genere. All’interno di tale iniziativa l’Istituto Tecnico ha proposto e propone, su iniziativa di Amnesty International, le firme dell’appello per la modifica dell’articolo 609bis del codice penale (maggio 2021).

La conferenza, nelle due giornate, sarà momento utile e prezioso a definire politiche di prevenzione e prassi operative di intervento, nonché ad approfondire argomenti di discussione come la condizione della donna a livello internazionale, il tema del consenso e della disobbedienza. Sarà l’occasione per parlare di “reddito di libertà”, di riscatto, di educazione sentimentale e in generale per sensibilizzare alla cultura del rispetto. L’incontro del 25 si svolgerà da remoto.

L’incontro del 26 in modalità blended, in presenza presso il parco Archeologico Lilibeo di Marsala, e in remoto su piattaforma meet a disposizione degli studenti. Si potrà seguire l’evento tramite il canale youtube dell’ITET “G.Garibaldi”.

Condividi su:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta