Ospedale di Marsala la lettera di Grillo a Razza: “Non è cambiato mai nulla”

redazione

Ospedale di Marsala la lettera di Grillo a Razza: “Non è cambiato mai nulla”

Condividi su:

Thursday 12 August 2021 - 14:27

Come abbiamo raccontato ieri, lo scontro istituzionale tra Comune di Marsala e Asp di Trapani ha probabilmente raggiunto uno dei picchi più alti dopo il sopralluogo del sindaco Grillo, del presidente Sturiano e dell’assessore Galfano al Pronto Soccorso del Paolo Borsellino. Ne era scaturito un comunicato che ha fatto infuriare la direzione dell’Asp di Trapani, che ha accusato il sindaco di essere andato al di là del proprio ruolo. Altrettanto dura la controreplica di Grillo che – come annunciato ieri – ha scritto all’assessore regionale Ruggero Razza, chiedendo un incontro urgente.

Di seguito il testo della lettera inviata dal primo cittadino lilibetano al titolare dell’assessorato alla sanità:

Domenica scorsa, nelle mie piene prerogative di Sindaco ho promosso un sopralluogo al pronto soccorso dell’ospedale Paolo Borsellino di Marsala, chiedendo ai Vigili Urbani di relazionare su quanto riscontrato. Il Sindaco, infatti, in quanto autorità sanitaria, è abilitato anche ad esercitare attività di controllo, a maggior ragione se sollecitato da cittadini che rilevano disservizi. A seguito della relazione dei Vigili Urbani si conferma un quadro inquietante rispetto allo stato in cui versa il Pronto Soccorso del nostro comune: 1 solo medico strutturato e solo 3 infermieri in servizio, circa 26 persone ammassate in sala d’attesa da ore, senza preventivo tampone e senza alcuna assistenza.

Di fronte a questa situazione mi sarei aspettato dall’Asp una nota nella quale i dirigenti dell’Azienda Sanitaria Provinciale comunicavano: di quante unità in più, tra medici e infermieri, hanno intenzione di dotare il nostro pronto soccorso; tempi certi della fine dei lavori del padiglione delle malattie infettive; tempi certi per il ritorno alla normalità dei servizi dell’ospedale di Marsala; il perché, nella programmazione interna alla rete ospedaliera provinciale i pronto soccorso degli ospedali delle altre città vedono un numero doppio o triplo di medici strutturati rispetto al pronto soccorso di Marsala.

Con profondo rammarico e con sorpresa, ancora una volta, ho invece dovuto registrare dall’Asp un comunicato carente di qualsivoglia risposta concreta.

Non si può parlare di campanilismo quando si parla di una situazione emergenziale relativa al pronto soccorso di un ospedale che serve la popolazione di un comprensorio ampio come quello di Marsala Petrosino, più tutto un flusso turistico rilevante.

Con estremo disappunto devo registrare che, malgrado i tentativi , le sollecitazioni, gli incontri istituzionali tenuti a più riprese con gli esponenti del Governo della Regione, anche con la collaborazione del massimo Consesso Civico, non è cambiato mai nulla da anni.

Adesso, alla vigilia di scelte importanti che riguardano l’ospedale di Marsala, alla vigilia di una possibile rivisitazione dei programmi legati all’emergenza covid che sono stati autorizzati fin dal 28 marzo 2020, quando io non mi ero ancora insediato, gentile Assessore Razza, Le chiedo con urgenza un incontro istituzionale da tenersi nelle prossime ore. Non è più possibile subire atteggiamenti dilatori che non colpiscono il Sindaco ma una popolazione che ormai non tollera più comportamenti ipocriti di questo tipo. È ora di dare risposte concrete alla comunità marsalese.

Condividi su:

3 commenti

  1. Michele Abrignani 12 August 2021 18:53

    Caro Sindaco, con questa gente bisogna fare il muso duro: per personale esperienza ultradecennale ti posso assicurare che nel corso degli ultimi anni si sono succeduti tristi e incapaci figuri, atteggiati a “staff” dirigenziali a vario livello, che, tranne rarissime eccezioni, hanno dimostrato nei migliori dei casi, assoluta mediocrità e incapacità, se non, nei peggiori, sudditanza politica, arroganza, menefreghismo e assoluta ignoranza di cose sanitarie. E questo già abbondantemente in epoca pre-covid. Di cosa ti meravigli?

    0
    0
  2. Lo ripeto fino alla nausea : Questa triade deve essere immediatamente rimossa. Non conosce il territorio, ha depredato il Paolo Borsellino in modo vandalico, ha ridotto il miglior complesso ospedaliero della provincia a presidio di scarto destinandolo ad ospedale Covid e rispondono con supponenza ed arroganza ad una iniziativa delle istituzioni della città di Marsala. È Insopportabile e non si può accettare.

    0
    0
  3. È vergognoso ,estremamente vergognoso, abitare in una città ricca di turismo, non avere un pronto soccorso, si chiama il 118 e arriva in ritardo perché prima deve sanificare l’ambulanza,luogo di sanificazione trovasi in un altro comune,mentre chi ha bisogno può peggiorare o morire da un momento all’altro, se si ha la fortuna di arrivare al P.S.non c’è medico disponibile non ci sono posti per un ricovero non Covid,.Ma dove viviamo,ministro Speranza faccia un salto a Marsala,vedrà di persona perché si muore, non per Covid ma per mancanza di assistenza medicA.come se fossimo al terzo mondo

    0
    0

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Commenta