Riaperta alla fruizione dei marsalesi la “Porta Nuova”

redazione

Riaperta alla fruizione dei marsalesi la “Porta Nuova”

Condividi su:

sabato 21 Novembre 2020 - 14:43
Riaperta alla fruizione dei marsalesi la “Porta Nuova”

Ha incentivato una serie di discussioni soprattutto sui social la riapertura della piazza della Vittoria (Porta Nuova) a Marsala.

Da anni i cittadini marsalesi si erano divisi sulla rimozione dei cosiddetti “giardini di Giulia” dal nome della sindaca che li ha fortemente voluti. Se all’inizio dell’istallazione hanno goduto di un certa “fortuna”, poi con l’abbandono e la mancanza di lavori di ordinaria manutenzione, i consensi sono via via scemati.

Con un progetto approntato dalla precedente amministrazione guidata dall’allora sindaco Alberto Di Girolamo, hanno preso il via nei mesi scorsi i lavori per la rimozione dei giardini e la conseguente sistemazione della piazza. Da un paio di giorni Porta Nuova è stata riaperta al pubblico, suscitando commenti di segno opposto. C’è chi afferma che comunque si tratta di un passo avanti rispetto a quella che era diventata la piazza con un futile giardino, c’è invece, e sono la maggioranza, chi critica la messa in opera dei lavori che hanno fatto diventare Porta Nuova soltanto uno slargo di mattoni.

Abbiamo approfondito la questione con il neo assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Marsala.

“Intanto occorre dire che i lavori sono tutt’altro che terminati – ci ha detto Arturo Galfano -. Ho sollecitato io stesso il direttore dei lavori, Giuseppe Giacalone per arrivare il prima possibile alla riapertura pedonale della piazza. Lo ripeto, soltanto pedonale e sarà nostra cura verificare il rispetto di questo provvedimento. Abbiamo già installato i pali di che segnalano il divieto e i vigili urbani sono stati allertati per farlo rispettare. I lavori continuano anche nella adiacente struttura che consegnerà alla fruizione dei marsalesi un edificio sequestrato alla mafia. Per quanto riguarda il progetto finale esso è stato fatto dalla precedente amministrazione, noi abbiamo il compito di verificare che i lavori vengano eseguiti come previsto”.

Condividi su:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta