Da ieri sera dormono al Comune di Marsala: “Via dalla Palestra Grillo, cerchiamo un tetto per vivere”

redazione

Da ieri sera dormono al Comune di Marsala: “Via dalla Palestra Grillo, cerchiamo un tetto per vivere”

Condividi su:

mercoledì 16 Settembre 2020 - 10:33
Da ieri sera dormono al Comune di Marsala: “Via dalla Palestra Grillo, cerchiamo un tetto per vivere”

Da ieri sera due cittadini marsalesi, si trovano all’interno del Palazzo Comunale di Marsala, perchè non hanno più un tetto sotto cui dormire. Si tratta di Massimiliano Pace, 45 anni e di Giovanni Cusenza, 43enne, che da due mesi dormivano nella Palestra Grillo di Porticella, attualmente oggetto di lavori. “I Vigili urbani ieri sono venuti a dirci di sgomberare – ci dicono i due, noti in centro città – perchè la palestra deve essere ricostruita. Ma non abbiamo un posto dove dormire, abbiamo chiesto al Settore Servizi Sociali del Comune di aiutarci e adesso ci hanno dato la disponibilità, in un paio di giorni, di portarci in una comunità; noi non ci droghiamo da 3-4 mesi. Ci diano però subito la possibilità di un posto dove lavarci e cambiarci, non ci laviamo da giorni, abbiamo usato l’acqua della fontanella della villa di Porticella”.

Questa mattina sia Carabinieri che Vigili urbani sono tornati da loro in Comune per “presidiarli” ma al momento è tutto tranquillo. La sera però, come già successo ieri, quando il cancello del Palazzo comunale si chiuderà, dovranno restare fuori.

Intanto dal Comune stanno cercando una soluzione, aprendo anche un dialogo con la famiglia del Pace. “Inoltre, vogliamo dire – asseriscono Pace e Cusenza – che non abbiamo mai toccato il contatore della luce della Palestra Grillo, lo ha constatato anche la Polizia Municipale”. “Io – ci dice Cusenza – e posso provarlo con i documenti, ho la residenza nella ‘casa comunale'”.

Nel frattempo l’assessore al ramo, Clara Ruggieri, sta cercando un posto, anche tramite il Sert, per ospitarli, bisogna solo trovare un dialogo con i due.

Condividi su:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta