Allarme Coronavirus in Sicilia, Musumeci e Razza: “Attenzione movida o chiudiamo l’isola”

redazione

Allarme Coronavirus in Sicilia, Musumeci e Razza: “Attenzione movida o chiudiamo l’isola”

Condividi su:

domenica 09 Agosto 2020 - 12:13
Allarme Coronavirus in Sicilia, Musumeci e Razza: “Attenzione movida o chiudiamo l’isola”

Sono 28, di cui 9 migranti, i nuovi casi registrati in Sicilia nelle ultime 24 ore, secondo il bollettino fornito dal ministero della Salute. Rimangono stabili invece i ricoveri attualmente 41. I nuovi positivi sono così distribuiti: 10 a Catania, 6 a Enna (tutti migranti), 5 a Siracusa, 3 a Ragusa, un migrante a Palermo, due migranti a Caltanissetta e uno a Messina.

E mentre già da diverse settimane il Governatore Nello Musumeci invita alla prudenza altrimenti richiuderà l’isola, l’assessore Razza ha fatto sapere: “Forse i giovani vedendo il video “Non ce n’è Coviddi” si sono convinti che è così. Ma purtroppo c’è e circola. L’emergenza Covid in Sicilia segnala un aumento dei casi, chiediamo più attenzione ai cittadini. Il virus colpisce sempre più i giovani, per fortuna richiede meno ospedalizzazione e ricoveri in terapia intensiva. Non possiamo permetterci un altro lockdown, dipende da noi. So che il presidente Musumeci sta maturando alcune decisioni”.

C’è meno preoccupazione per il turismo, ma chi ritorna dal nord deve sottoporsi a tutti i controlli, iscriversi nel sito della Regione Sicilia, scaricare l’apposita app e – se sa di essere positivo – rispettare la quarantena. Migranti a parte, gli ultimi contagi sono di persona positive o scoperti solo dopo positivi, che sono andati in discoteca, feste, matrimoni, locali, ecc.


Condividi su:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta