Marsala, il Consiglio comunale approva soltanto debiti fuori bilancio

redazione

Marsala, il Consiglio comunale approva soltanto debiti fuori bilancio

Condividi su:

venerdì 10 Luglio 2020 - 10:44
Marsala, il Consiglio comunale approva soltanto debiti fuori bilancio

Ennesima seduta in prevalenza in videoconferenza e con pochi consiglieri in presenza, quella svoltasi giovedì 9 luglio a Marsala.

È stato lo stesso presidente del Consiglio comunale Enzo Sturiano ad aprire i lavori con alcune comunicazioni. Una ha riguardato l’Ospedale “Paolo Borsellino”, lamentando servizi igienici non utilizzabili, carenza di personale e numerosi pazienti in attesa di interventi. Inoltre ha invitato l’assessore regionale alla sanità Razza ad assumersi la responsabilità di fare uscire Marsala da questa situazione di stallo. Ha altresì richiesto quale passi ulteriori sono stati fatti riguardo al San Biagio per un eventuale utilizzo quale struttura covid, affermando: “Vogliamo sapere cosa si è deciso o se siano state solo promesse o, peggio ancora, se è stata presa in giro la città. Sulla questione ospedaliera, pertanto, ha comunicato che intende convocare un Consiglio comunale in “seduta aperta”.

Luigia Ingrassia ha posto l’attenzione sul punto 7 dell’Odg (“Scuola dell’Infanzia Paritaria Guido Baccelli, passaggio al Sistema scolastico statale”) ritenendo opportuno il prelievo dell’atto vista l’importanza dell’argomento.

Flavio Coppola ha lamentato la situazione della rete idrica, oggetto di continue rotture, nonché di perdite d’acqua che, segnalate da cittadini e consiglieri vedono un’Amministrazione comunale che non si adopera ne dà risposte.

Letizia Arcara, ha condiviso la proposta del presidente Sturiano di convocare un a seduta aperta sui problemi della Casa di Riposo Giovanni XXIII.

Aldo Rodriquez ha reiterato la sua comunicazione riguardante l’abbandono e il degrado della scuola Lombardo Radice, mèta di tossici.

Arturo Galfano ha manifestato la sua contrarietà per gli orari e le giornate di ingresso al cimitero, non prevedendo più l’apertura domenicale. Chiedendo infine di trattare anche alcuni debiti fuori bilancio.

L’Aula, accogliendo la proposta di Galfano, ha trattato e votato i punti 13 (approvato), 14 (respinto) e 18 (approvato).

Successivamente, il presidente Sturiano ha chiesto il prelievo punto 10 (“Verifica per l’anno 2020 della qualità e quantità di aree e fabbricati da destinare alle residenze e alle attività produttive e terziarie”), atto propedeutico al Bilancio 2020.

Sul punto è intervenuto Giovanni Sinacori per comunicare che la competente Commissione consiliare ha espresso parere non favorevole, così come le altre Commissioni di merito coinvolte. Alla luce di ciò, l’Aula ha votato l’accantonamento dell’atto.

Il presidente Sturiano, quindi, chiede ed ottiene il prelievo del punto 11 (“Piano delle valorizzazioni e delle dismissioni degli immobili di proprietà comunale”).

Flavio Coppola, nel prendere la parola, ha affermato che per un atto così importante – anch’esso propedeutico al Bilancio di Previsione – è necessaria la presenza di dirigenti e amministratori.

Il Consiglio concorda e, pertanto, il presidente Sturiano, dopo avere comunicato che i lavori saranno aggiornati a Martedì 14 e Giovedi 16 (entrambe con inizio alle ore 17), ha chiuso i lavori.

Condividi su:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta