Castelvetrano e Partanna: due evasioni dai domiciliari aggravate dall’emergenza Covid-19

redazione

Castelvetrano e Partanna: due evasioni dai domiciliari aggravate dall’emergenza Covid-19

Condividi su:

sabato 18 Aprile 2020 - 12:10
Castelvetrano e Partanna: due evasioni dai domiciliari aggravate dall’emergenza Covid-19

Nei giorni scorsi i militari della Compagnia Carabinieri di Castelvetrano, oltre all’ormai noto impegno in termini di contrasto alla diffusione del COVID-19 e alle attività di sostegno e vicinanza alla popolazione, hanno applicato due misure restrittive della libertà personale.

Il 14 aprile a Castelvetrano, i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile – guidati dal Capitano Antonino Maggio – hanno tratto in arresto Vincenzo Randazzo, 52enne castelvetranese, disoccupato e gravato da precedenti di polizia. All’uomo, che si era reso responsabile del reato di evasione dagli arresti domiciliari lo scorso giovedì 9 aprile, è stata notificata la misura di aggravamento, emessa dal Tribunale di Marsala, con conseguente sostituzione della misura domiciliare con quella più afflittiva della custodia cautelare in carcere. L’arrestato, dopo le formalità di rito, è stato tradotto presso la casa circondariale “Pietro Cerulli” di Trapani.

Mercoledì 15 aprile, a Partanna, nel corso della serata i militari della locale Stazione, al comando del Luogotenente Vincenzo Bonura, hanno tratto in arresto Emanuele Favara, 36enne di Castelvetrano, anch’egli disoccupato e noto agli uffici giudiziari, in atto sottoposto alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale di pubblica sicurezza con obbligo di soggiorno. L’uomo non aveva rispettato l’alt intimato dai militari impegnati in servizio perlustrativo mentre si trovava alla guida del proprio autoveicolo e, nel tentativo di far perdere le proprie tracce, si era allontanato a piedi nelle campagne limitrofe dove è stato successivamente fermato e, al termine delle formalità di rito, dichiarato in stato di arresto per la violazioni della misura di prevenzione in atto e resistenza a Pubblico Ufficiale, oltre ad essere raggiunto dalla sanzione amministrativa prevista per la violazione delle misure di contenimento dell’emergenza da Covid-19. Il veicolo, inoltre, è stato sottoposto a sequestro amministrativo per mancanza della prevista copertura assicurativa.

Nel corso del giudizio direttissimo, svolto nella giornata di ieri, l’uomo è stato sottoposto alla misura cautelare personale dell’obbligo di dimora nel comune di Castelvetrano.

Condividi su:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta