Penitenziari della Sicilia, la direzione replica ai sindacati

redazione

Penitenziari della Sicilia, la direzione replica ai sindacati

Condividi su:

giovedì 09 Aprile 2020 - 18:38
Penitenziari della Sicilia, la direzione replica ai sindacati

Il Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria Provveditorato Regionale della Sicilia replica nella nota sindacale che aveva lanciato pesanti accuse di responsabilità circa la situazione nei carceri siciliani.

I sindacalisti della polizia penitenziaria erano arrivati a proporre che la direzione delle carceri siciliani passasse sotto il controllo dei prefetti.

Con la presente si ritiene opportuno fornire alle Organizzazioni sindacali in indirizzo le più precise informazioni sull’attività di prevenzione dell’epidemia Covid-19 svolta da questo Provveditorato, affinché possa essere correttamente informato tutto il personale da esse rappresentato. Questo Provveditorato regionale sta incessantemente operando per il reperimento dei dispositivi di protezione sia con contatti costanti con i presidi della Protezione Civile Regionale, sia per il tramite degli approvvigionamenti con soggetti terzi mediante ordinativi per svariate decine di migliaia di euro.

Ad oggi le Direzioni penitenziarie sono state autorizzate ad acquistare presso ditte specializzate disinfettanti, mascherine, guanti, tute, occhiali protettivi e materiale antivirale.

In data 5 marzo 2020 è stata formulata richiesta alla Protezione civile regionale di fornitura di mascherine FFP2 e chirurgiche, oltre che di altra fornitura di materiale igienizzante e dispositivi DPI. Tale richiesta – reiterata in data 6 aprile 2020 – 6 stata in parte evasa e si è provveduto già a disporre la distribuzione sul territorio. A breve saranno distribuiti sul territorio ulteriori ingenti quantitativi di disinfettanti e termoscanner.

Sono stati inoltre richiesti al Comando Regionale dei Vigili del fuoco interventi di sanificazione degli Istituti penitenziari della Regione. Per quanto afferisce al personale dell’Amministrazione e nell’ambito delle linee strategiche di competenza di questo Provveditore, all’Assessorato è stata fornita immediata disponibilità all’effettuazione degli esami ematici, laddove la stessa Autorità Sanitaria ne valuti l’ attendibilità e l’utilità in ragione delle finalità perseguite, essendo tali valutazioni di esclusiva competenza dell’organo sanitario. Alle azioni di questo Provveditorato regionale, condivise con l’Assessorato regionale, si associa l’azione delle singole Direzioni degli istituti penitenziari. Infatti, secondo normativa vigente presso ciascun Istituto penitenziario il Direttore dell’Istituto svolge funzioni di Datore di lavoro ai sensi del decreto legislativo n. 81/2008 e ogni Autorità Dirigente sta provvedendo – con il coinvolgimento del medico competente – ad assumere contatti diretti con le Autorità, Sanitarie del territorio per l’adozione delle specifiche misure nel contesto penitenziario di specifico riferimento.

Si evidenzia che per far fronte ad eventuali criticità conseguenti alla pandemia COVID-19 in corso, è stata costituita in sede provveditoriale una specifica Unità di Crisi per le eventuali procedure di intervento operativo presso gli istituti della regione, nonché Presidi di urgenza.

Sono stati garantiti da questo Provveditorato, inoltre, interventi di integrazione di personale con provvedimenti dimissione di personale di Polizia Penitenziaria”.

Condividi su:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta