Coronavirus, l’Asp assicura “Nessun caso in provincia”

redazione

Coronavirus, l’Asp assicura “Nessun caso in provincia”

Condividi su:

lunedì 09 Marzo 2020 - 11:25
Coronavirus, l’Asp assicura “Nessun caso in provincia”

Nessun caso in provincia, circa cento i tamponi fin qui effettuati. Questi i numeri con cui il direttore dell’Asp di Trapani Fabio Damiani ha aperto la conferenza stampa convocata per fare il punto sulle azioni intraprese dall’Azienda per fronteggiare l’emergenza Coronavirus.

Come ha evidenziato Damiani, la preoccupazione in questa fase riguarda le circa circa 7000 persone che nei giorni scorsi si sono messe in viaggio da Nord a Sud. “Debbono porsi in quarantena obbligatoria”, ha sottolineato il direttore dell’Asp, evidenziando che molti si sono comunque già registrati nel rispetto delle normative vigenti e che gli eventuali trasgressori incorreranno in sanzioni penali.

Tra le principali novità annunciate in conferenza stampa da Damiani, la chiusura dei Cup ospedalieri: chi dovrà effettuare prenotazioni con carattere urgente e non differibile, dovrà procedere per via telematica. E’ inoltre previsto che negli ospedali della provincia di Trapani potranno entrare solo pazienti e personale. Porte chiuse agli accompagnatori. Attivati i pretriage a Trapani, Mazara, Castelvetrano e Mazara che consentiranno di evitare contatti tra sospetti positivi ed altri pazienti. Aumenteranno i posti letto in terapia intensiva, già passati da 17 a 20. Altri 6 verranno attivati a breve all’ospedale “Paolo Borsellino” di Marsala. Verranno inoltre attivati tre reparti Covid-19 a Trapani, Castelvetrano e Marsala (presso l’ex reparto di pneumologia, chiuso un anno fa). Sul fronte della dotazione organica, dopo le assunzioni della scorsa settimana, l’Asp comunica di aver già convocato i medici di malattie infettive e i dirigenti medici di medicina interna e di pneumologia che verosimilmente firmeranno in queste ore contratti di lavoro che li legheranno all’azienda fino al 31 dicembre. Da oggi, inoltre, verranno pubblicati nuovi bandi di assunzione con scadenze brevissime (2-3 giorni) per reperire anche altri infermieri e medici che frequentano il 5° o il 6° anno delle citate branche. “Speriamo che non sia necessario – ha concluso Damiani – ma abbiamo previsto tutto questo per far sì che l’Asp di Trapani non si faccia trovare impreparata di fronte ad emergenze rivelatasi più grave rispetto alle previsioni iniziali”. Nel corso della conferenza stampa è stato inoltre preannunciato che a breve l’azienda sanitaria provinciale sarà autonoma per la somministrazione dei tamponi e i test di laboratorio (finora aveva inviato tutto a Palermo). Infine, da parte del direttore sanitario Damiani un nuovo appello per “l’assoluto rispetto dei contenuti del decreto presidenziale e dell’ordinanza della presidenza della Regione”. “Va ribadito – ha concluso il dirigente – che soltanto il nostro comportamento può limitare l’infezione di un’area geografica, la provincia di Trapani, che al momento non vede casi positivi”.

Condividi su:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta