Presentato il Festival del Tramonto. Nove giorni di eventi tra bellezza, arti, food e folklore

redazione

Presentato il Festival del Tramonto. Nove giorni di eventi tra bellezza, arti, food e folklore

Condividi su:

giovedì 11 Luglio 2019 - 10:31
Presentato il Festival del Tramonto. Nove giorni di eventi tra bellezza, arti, food e folklore

Torna il Festival del Tramonto, che si conferma uno degli eventi clou dell’Estate marsalese. Presentata ieri pomeriggio nel piazzale antistante il Decumano Massimo, si terrà dal 20 al 28 luglio la quarta edizione della manifestazione, che anche quest’anno si pone l’obiettivo di colorare la città di Marsala, dal centro alle periferie, con le sue mille sfumature.

“Il Festival del Tramonto parte dal basso – ricorda Linda Licari – da chi ha voglia di fare qualcosa per la nostra città. Personalmente, provengo da una zona panoramica e dalla piazza di SS. Filippo e Giacomo ho sempre visto tramonti bellissimi che in questi anni abbiamo fatto conoscere anche a tanti turisti provenienti da varie parti del mondo”. La consigliera comunale, ideatrice della manifestazione, si è detta sicura che il Festival potrà continuare a crescere negli anni, anche grazie alle numerose persone che in questi anni si sono avvicinate al progetto. Tra loro, il professore Daniele D’Eletto, presidente della neo costituita Associazione Festival del Tramonto: “Credo in questa iniziativa e in questo territorio”, ha affermato D’Eletto che all’interno del palinsesto di quest’anno ha ideato la rassegna letteraria Tramonti d’Autore.

“Siamo contenti di questa edizione – ha affermato il sindaco Alberto Di Girolamo – a testimonianza che le cose si possono iniziare e portare avanti. L’unica via è l’incontro tra pubblico e privato. Sono contento che quest’anno il Festival abbia scelto come punto di riferimento il piazzale davanti al Decumano, chiuso per anni e che noi abbiamo fatto aprire in attesa di poter avviare i lavori per il nuovo progetto di Porta Nuova, un’area a lungo deturpata da un costoso giardino che a poco a poco stiamo smontando”. Poi il sindaco si è soffermato anche sulle difficoltà della stagione turistica, legate alla crisi dell’aeroporto di Birgi, invitando i cittadini a fare la propria parte per convincere i turisti a venire, sottolineando, infine, come Marsala sia “una delle città più belle e pulite della Sicilia”.

Il vicesindaco Agostino Licari ha sottolineato come il Festival del Tramonto sia ormai patrimonio della città: “dovrà rimanere nel tempo, anche al di là di questa amministrazione comunale”. Soddisfatti per la qualità del programma di quest’anno si sono detti anche gli assessori Clara Ruggieri e Andrea Baiata. A seguire, la coordinatrice dell’edizione di quest’anno – Marianna Laudicina – ha presentato il programma di questa quarta edizione, incentrato sul fil rouge de “I Racconti di Sicilia”.

IL PROGRAMMA

La quarta edizione del Festival del Tramonto prenderà il via il prossimo 20 luglio nella piazza dei tramonti o dei SS. Filippo e Giacomo, dove è nata, con la sfilata di moto dell’associazione Moto club Marsala, moto che arriveranno nella piazza dove ci saranno ad attenderli artisti guidati dal professore Campisi, impegnati ad immortalare il sole calante. Si potrà partecipare all’estemporanea di pittura, “Tutti i colori del tramonto”, iscrivendosi a festivaltramontomars@libero.it, o semplicemente presentandosi in piazza, alle 18,30. Parata di giovani e dixie Land nel frattempo allieteranno le vie del quartiere.

Alle 21 si darà il via al  concorso canoro “Raggi di note” ( al link tutte le informazioni per iscriversi https://www.facebook.com/events/457459818134301/), a cura del professore Alessandro Lombardo, giovani talenti di età compresa tra gli 8 e i 30 anni, divisi in due categorie: Junior (8-14) e Senior (15-30)  ed una giuria di professionisti che premierà con una borsa di studio offerta dall’associazione Officina artistica Carpe Diem e da The Vocal Academy di Riccardo Russo e Silvia Mezzanotte.

Domenica 21 Luglio l’appuntamento alle 19 è a Capo Boeo “Due rocche” per le poesie inedite con Versi al Tramonto, dopo, ci si sposterà, passando per il Decumano Massimo, verso piazza della Vittoria dove si aprirà il Villaggio del Festival del Tramonto.  Alle 21 si inaugurerà la mostra fotografica degli scatti dei tramonti più belli, e la mostra dell’artista Emmanuel Renaux, presso il ristorante My Sicily, a cura dei Fratelli della Costa – Tavola di Mozia. Alle 21,30 l’atteso concerto del cantautore siciliano Alessio Bondì (definito in conferenza stampa “un mix tra Rosa Balistreri e Jeff Buckley) dopo l’apertura del gruppo marsalese Isaband, che tingeranno Piazza della Vittoria (Porta Nuova) di colori tutti in acustico. Il giovane artista palermitano ha pubblicato a Novembre il suo secondo album “Nivuro”. Tutti e nove i brani possono essere considerati canzoni d’amore, una sorta di fenomenologia del rapporto a due: dal corteggiamento (“Dammi Una Vasata”), alla fantasia di volare sul mare per azzerare la distanza dalla propria amata (“L’amuri miu pi tia”); dalle promesse di amore dal sapore antico per dire “ti amo”; (“Puddicinu a Luna”), al rapporto travagliato tra padre e figlio, ispirato dalla storia vera di un pilota palermitano di Formula 1 (“Un Favuri”) o a quello disastroso tra un voyeur e la donna desiderata (“Savutu”); dal maremoto che provoca la fine di una storia (“Si Fussi Fimmina;) all’isolamento che ne consegue (“Cafè”;).

La novità di quest’anno sono i “Tramonti d’autore”, accanto alla musica, alla pittura, alla fotografia, diversi autori, tutti siciliani, Giacomo Di Girolamo, Filippo Piccione, Fabio D’Anna,  Giorgio Fogliani e Roberto Alajmo, accompagnati dalla buona musica di giovani talenti e di affermati musicisti,  i Boogaloo Band, il Duo Taverno Umberto I e Mediterraneo Jazz Project (Bertuglia-Cavazza-Pantaleo-Salmieri) regaleranno parole e musica alle calde serate marsalesi di fine luglio.

Torna “Un click al tramonto”, l’atteso concorso fotografico che invita a catturare le rosse sfumature della nostra terra al calar del sole, curato da Salvatore Sinatra. Per tutte le info qui il link https://www.facebook.com/events/2260027230760835/.

Il 22 luglio sarà la volta dei giochi e magie alla Salinella, favole inedite e tanti giovani che si ritroveranno al parco che guarda il mare, giochi antichi (ciappeddre), ma anche rugby, calcio a cinque, pugilato,volley e basket.

Non può mancare la festa popolare del “chiano du Curso Ranne” con le tradizioni e il folklore siciliano. La festa, molto partecipata ed organizzata dai picciotti di Conca, si svolgerà il 23 luglio alle 21, nell’omonima contrada.

I giochi senza barriere renderanno piazza della Vittoria, viva e colorata. Promossi dall’associazione L’aquilone e il melograno, ideati da Matteo Pellegrino e organizzati con la collaborazione di numerosi volontari.

Tornano i Castelli di sabbia per i più piccoli, in due splendide spiagge, una a nord ed una a sud, al lido Playa de Rio e al Playa Blanca, la mattina del 24 e del 25 luglio, alle ore 10,30.

Un tuffo al Tramonto nell’approdo di Lilybeo, il 25 luglio, coinvolgerà gli appassionati di snorkeling che vorranno conoscere da vicino l’antico porto romano (da un’idea di Nicola Sciacca a cura dei Fratelli della Costa-Tavola di Mozia). L’appuntamento sarà alle 17,30 alla Salinella di fronte la “casa del salinaro”.

Nella stessa sera del 25 si tornerà in piazza dei Tramonti o dei Ss. Filippo e Giacomo per assistere all’immancabile spettacolo di danza, dei ballerini guidati da Giovanna Panicola e Giovanni Paladino, dell’A.s.d. Emozione Danza. In apertura il Duo ennese Taverna Umberto I presenteranno il loro nuovo album.

Quest’anno il Festival farà base nel piazzale antistante il Decumano Massimo, (lo storico “Viale” di Porta Nuova), che collega il cuore della città con Capo Boeo, luogo da cui poter godere dei tramonti più belli. Qui si troverà la segreteria del festival dove i volontari accoglieranno i visitatori che potranno rifornirsi di gadget, prodotti tipici, immagini dei tramonti.

Sarà una settimana per gustare il vanto della cucina siciliana, l’arancina, tonda e dorata come il sole al tramonto, nelle sue molteplici varietà, regina assoluta delle serate del festival.  L’arancina Fest aprirà le porte ogni sera, dalle 19, e sarà accompagnata dai vini e dal gustoso gelato “Tramonto”, già ideato dall’azienda marsalese Sigel per la scorsa edizione.

Il Festival, nato da un’idea della professoressa Linda Licari, coordinato da Marianna Laudicina, è  promosso e organizzato  da “Associazione Festival del Tramonto”, presieduta dal professore Daniele D’Eletto, con il patrocinio del Comune di Marsala, della Camera di Commercio di Trapani e dell’Ufficio Turistico, nonché del sostegno del Bar Grand Italia, bar Il Dolce, delle Cantine Paolini, di Barraco vini, di Assud, di Sigel, di Zicaffè, di Raimondi & Figli, di Associazioni Turistiche Marsala, di Costruzioni Genna, di Tabaccheria del Borgo, di Bonomo Gomme, di Osmosea, di Terrazza San Francesco, di Hotel Ralais Stagnone, di Eurodent, di Tramonti d’amare B&B, di Pastificio Fratelli Giacalone, di Ceramiche De Pasquale, di Alagna Regali, di Lido Playa Blanca, di Lido Playa de Rio.

Alla realizzazione del Festival collaboreranno le associazioni: Carpe Diem, The vocal academy, A.s.d. città di Marsala, A.s.d. Emozione Danza, L’aquilone e il Melograno, Riscopriamo il Ricamo, L’albero delle storie, I Fenici rugby, AMA Mamme Attive, L’altra Palestra, Pallacanestro Marsala, Comir Group, I vicoli del mediterraneo, Moto club Marsala, Mondadori, che hanno deciso di lavorare in sinergia per dar vita ad una settimana di eventi capaci di attrarre i turisti e animare la città.

Condividi su: