A Petrosino si riduce la TARI, il sì del Consiglio comunale

redazione

A Petrosino si riduce la TARI, il sì del Consiglio comunale

Condividi su:

lunedì 01 Aprile 2019 - 16:19
A Petrosino si riduce la TARI, il sì del Consiglio comunale

Il Consiglio comunale di Petrosino ha approvato la Tari per il 2019. Il via libera è arrivato, venerdì sera, nel corso della seduta. L’atto deliberativo è stato votato favorevolmente all’unanimità. “Non ci sarà nessun aumento, per la tassa sui rifiuti ci sarà una riduzione e saranno previsti dei premi per chi differenzierà meglio – commenta il sindaco Gaspare Giacalone -. Sono molto contento per questo risultato perché è rarissimo che succeda tale unanimità quando si tratta di tasse e tributi comunali. Grande senso di responsabilità da parte di tutti i consiglieri comunali”.

Per l’anno in corso la tariffa diminuirà rispetto al 2018, grazie al nuovo Piano economico-finanziario (Pef) approvato dalla Giunta “Un risultato che abbiamo ottenuto attraverso il nuovo sistema di raccolta dei rifiuti avviato lo scorso luglio, l’incremento della differenziata e alla preziosa collaborazione dei cittadini. Nonostante l’aumento dei costi per il conferimento dei rifiuti in discarica siamo riusciti a far diminuire il costo del servizio”, evidenzia l’sssessore all’Ecologia e all’Ambiente, Roberto Angileri. Inoltre, è prevista una riduzione della tariffa per alcune categorie di utenze non domestiche (fruttivendoli, pescherie e bar). Le novità: “Il 2019 sarà l’anno del compostaggio e delle premialità per i cittadini virtuosi – sottolinea ancora l’assessore Angileri -. A febbraio abbiamo iniziato la rilevazione puntuale dei rifiuti, ciò ci permetterà di conoscere i dati dei conferimenti per singole utenze e ci consentirà di premiare le famiglie che differenziano correttamente”.

L’Amministrazione Giacalone punta alla promozione del compostaggio domestico, di comunità e nelle scuole, al fine di ridurre la frazione di rifiuto organico e, di conseguenza, la spesa per lo smaltimento di tale frazione di rifiuto. In tale direzione, a breve verrà avviato all’Istituto Comprensivo “Nosengo” il progetto sperimentale intitolato “A scuola di compostaggio”, con l’installazione di una compostiera di comunità presso i locali della mensa scolastica.

Condividi su: