Alagna, Cimiotta e Licari pronti ad aderire al Pd?

vincenzofiglioli

Alagna, Cimiotta e Licari pronti ad aderire al Pd?

Condividi su:

martedì 27 Marzo 2018 - 06:30
Alagna, Cimiotta e Licari pronti ad aderire al Pd?

Se a livello nazionale questo fine settimana sembra stia generando un nuovo biporalismo politico intorno al Movimento 5 Stelle e alla Lega, a Marsala è ancora il Partito Democratico a tenere banco con gli spostamenti in entrata e in uscita che si stanno verificando in questi giorni. La settimana scorsa ha sancito la rottura definitiva tra Antonella Milazzo e il sindaco Alberto Di Girolamo e quella interna al gruppo consiliare, tra Antonio Vinci e Angelo Di Girolamo da una parte e Calogero Ferreri, Mario Rodriquez e Federica Meo, dall’altra. Questi ultimi si sono autosospesi dal gruppo, rimarcando la diversità di vedute rispetto a Milazzo e Vinci e chiedendo, a riguardo, anche un intervento da parte dei dirigenti provinciali e regionali. La seduta consiliare di questo pomeriggio servirà a capire se ci saranno ulteriori evoluzioni in tal senso.

Ma la politica è fatta di tante piccole e grandi storie che si incrociano tra loro. E come a Roma, per un Renzi che perde e si dimette c’è un Calenda che va a tesserarsi, anche in provincia ci sono donne e uomini in procinto di lasciare i democratici e altri che sembrano propensi ad avvicinarsi. Perchè, in politica come in altri campi, ogni momento di crisi può aprire nuovi spazi e creare le condizioni per scosse e riposizionamenti. In quest’ottica, ci sono tre consiglieri comunali marsalesi che sembrano molto vicini a entrare nel Pd. Si tratta di Linda Licari, Luana Alagna e Vito Cimiotta. Ognuno di loro è portatore di storie e percorsi diversi, che in questa fase sono diventati improvvisamente convergenti.

Eletta con la lista civica Cambiamo Marsala, Linda Licari è da tempo vicina ai democratici. Alle regionali votò per Giacomo Tranchida, alle politiche ha sostenuto Anna Maria Angileri. Allo stato attuale dice che il fermento seguito alla sconfitta elettorale e alle dimissioni di Renzi sta creando presupposti di apertura e che le farebbe piacere dare una mano a ricostruire il centrosinistra a Marsala, pensando anche a quei soggetti che se ne sono allontanati negli ultimi anni. “Non farò però alcun passo ufficiale – sottolinea la Licari – senza prima consultarmi con chi in questi anni mi è stato politicamente vicino”.

Luana Alagna è stata invece eletta con i Democratici per Marsala, che da tempo attendono il via libera per entrare nel Pd lilybetano. Finora tale passaggio, per ragioni diverse, non si è concretizzato, nonostante il riferimento provinciale del gruppo – Paolo Ruggirello – si sia nel frattempo candidato alle regionali e alle politiche sotto le insegne ufficiali del partito. “Siamo una costola del Pd e il nostro ingresso fa parte di un percorso naturale”, spiega la Alagna che però non esclude di poter fare tale passaggio autonomamente (“le due cose non sarebbero in contrasto”).

Infine c’è Vito Cimiotta, l’unico dei tre consiglieri in questione che è stato effettivamente eletto nel 2013 nella lista del Pd: per lui si tratterebbe di un ritorno a casa, dopo la parentesi con il Psi, chiusa qualche mese fa, quando dichiarò di votare alle regionali Stefano Pellegrino, a cui è legato da rapporti familiari e professionali. In queste settimane Cimiotta è tornato a parlare di un ritorno nel Pd con il cugino Domenico Venuti e il segretario provinciale Marco Campagna. “Sto cercando di capire se ci sono le condizioni”, spiega il consigliere comunale lilybetano, che verosimilmente sta attendendo le decisioni della segreteria provinciale a proposito di un possibile commissariamento del partito. I bene informati ritengono comunque che sia solo questione di giorni, dopo di che l’adesione dei tre consiglieri al Pd diverrà un fatto formale, destinato a ridisegnare gli equilibri politici all’interno dell’assemblea di Sala delle Lapidi.

Condividi su: