Politiche 2018, Orrù (PD) e Scilla (FI) intervengono sulle quote tonno

redazione

Politiche 2018, Orrù (PD) e Scilla (FI) intervengono sulle quote tonno

Condividi su:

Wednesday 14 February 2018 - 10:14

Pamela Orrù (PD) e Toni Scilla (Forza Italia) intervengono sulla vicenda delle quote tonno. La senatrice Pamela Orrù interviene in particolare sulla questione della ripartizione delle quote aggiuntive assegnate dall’UE all’Italia per la pesca del tonno rosso, riguardanti le tonnare fisse italiane e, in particolare, quella dell’isola di Favignana. L’esponente del PD, candidata alla Camera dei deputati nel collegio uninominale di Marsala, ha sollecitato, con una nota, il ministro delle Politiche agricole, alimentari e forestali, Maurizio Martina, a dare seguito, in tempi brevi, alla richiesta di incontro già avanzata dal sindaco di Favignana.

“È stato grazie al mio emendamento, approvato nell’ambito del decreto Mezzogiorno– sottolinea Orrù– che siamo riusciti ad ottenere l’assegnazione delle quote aggiuntive alle tonnare fisse italiane, tra cui la tonnara fissa di Favignana, qualora ne facciano richiesta, già a partire da quest’anno. Si tratta di un provvedimento per il quale mi sono impegnata a lungo, consapevole delle sue positive ricadute, in termini di economia e occupazione, e che è fortemente auspicato dal territorio. Sarebbe un grave danno all’economia isolana, e non solo, non dare seguito a tali aspettative. Ritengo fondamentale che il sindaco delle Egadi, anche nella qualità di presidente dell’Area marina protetta, sia ascoltato in proposito”.

Il Governo regionale interloquisca nell’immediato con il direttore generale Riccardo Rigillo e con il Sottosegretario Giuseppe Castiglione a sostegno della marineria siciliana. La ripartizione delle quote tonno così come prevista sarebbe il vero colpo di grazia per un settore già in agonia”, a sostenerlo Toni Scilla, candidato al Senato della Repubblica, circoscrizione uninominale Marsala, nel corso dell’incontro palermitano con l’assessore regionale Edy Bandiera. Alla riunione, alla quale ha partecipato una delegazione della pesca al palangaro di Marsala, si è dibattuto della ripartizione delle quote tonno rosso anticipata dal Ministero.

Una proposta triennale, secondo Scilla, che metterebbe fine alle speranze di una ripartizione equanime delle quote con conseguente rovina del comparto ittico siciliano. L’assessore Bandiera ha dimostrato totale condivisione circa la necessità manifestata dalla marineria marsalese, di intervenire a Roma con una reazione forte da parte del Governo regionale. “La giunta è già al lavoro – ha dichiarato Bandiera – per sostenere un settore che riteniamo strategico per il futuro dell’intera Isola. Il Governo regionale non trascurerà di porre grande attenzione alla delicata problematica affinché le nostre marinerie non siano umiliate ancora una volta”.

Condividi su: