Nuovo incontro al Libero Consorzio per la candidatura Unesco di Mozia, Stagnone e Saline

redazione

Nuovo incontro al Libero Consorzio per la candidatura Unesco di Mozia, Stagnone e Saline

Condividi su:

venerdì 21 Ottobre 2016 - 18:07
Nuovo incontro al Libero Consorzio per la candidatura Unesco di Mozia, Stagnone e Saline

Il progetto di candidatura del sito naturale e culturale “Mozia, isole dello Stagnone di Marsala e area vasta delle saline di Marsala, Paceco e Trapani” per l’inserimento nell’elenco dei siti dichiarati “Patrimonio dell’Umanità”, è stato al centro di un nuovo incontro, svoltosi presso l’aula consiliare del Libero Consorzio Comunale di Trapani e coordinato dal dirigente Diego Maggio. Il Direttore Generale della Fondazione Unesco Sicilia, Aurelio Angelini ha espresso la convinzione che il progetto in questione rafforzi la valenza del luogo, inorgoglisca e cementi la coesione tra i territori e ha chiarito che tutti saranno chiamati a sottoscrivere il Piano di Gestione che dovrà essere fatto proprio, oltre che dalla cittadinanza, anche da tutti gli stakeholders del territorio. Angelini ha altresì informato circa la possibilità di attingere ai finanziamenti del Psr per eventuali lavori di bonifiche idrauliche alle saline ed ha ribadito che il Comitato Promotore deve avere una struttura politico-amministrativa in quanto le decisioni da prendere incidono amministrativamente sui territori interessati, comportando un esercizio di alleanza finalizzato all’adozione dei piani paesistici, dei piani regolatori e comunque degli strumenti urbanistici in genere. Inoltre, ha reso noto che, dovendosi procedere ad ulteriori riunioni, le stesse saranno segmentate e riguarderanno gruppi di lavoro per aree omogenee. L’incontro è stato aperto e concluso da Diego Maggio che, informando i partecipanti sulla prossima elezione degli organi del Libero Consorzio Comunale (fissata per il prossimo 20 novembre) e sulla connotazione che assumerà il nuovo Ente, ha paragonato lo stesso ad una società per azioni i cui azionisti saranno i Comuni, ai quali, pertanto, viene consegnata l’idea progettuale dell’inserimento del sito naturale e culturale “Mozia, isole dello Stagnone di Marsala e area vasta delle saline di Marsala, Paceco e Trapani” nella World Heritage List dell’Unesco.

All’incontro hanno preso parte: il componente dell’Ufficio Tecnico dell’Assessorato Regionale Beni Culturali e dell’Identità Siciliana, Giuseppe Maurizio Berlino; il Soprintendente per i Beni Culturali della provincia di Trapani, Paola Misuraca; la Soprintendenza Regionale del Mare, rappresentata da Angela Accardi; il Sindaco di Marsala, Alberto Di Girolamo unitamente all’assessore Clara Ruggieri; il Sindaco di Paceco Biagio Martorana; il Vice Sindaco del Comune di Trapani Giuseppe Licata; il Comune di Erice rappresentato dall’assessore Gianvito Mauro; il Distretto Turistico Sicilia Occidentale, rappresentato da Caterina Borruso; il Presidente dell’Associazione “Strada del vino Erice Doc” Vincenzo Fazio; il Consorzio di Valorizzazione del Sale Marino rappresentato da Antonio D’Alì Staiti; il Presidente del FAI – Delegazione di Trapani, Rita Barraco; il Capo Gruppo Fai di Marsala Gino Sartorio; il Vice Presidente del Lions Club Marsala Sonia Bonfanti; il Rotary Club di Trapani, il Rotary Club di Marsala, il Rotary Club Trapani-Birgi-Mozia e la Lega Navale Italiana, tutti rappresentati da Giampiero Musmeci; il Kiwanis Club Marsala, rappresentato da Gioacchino Scialabba; il Presidente del Club Unesco di Trapani, Vito Garitta; il Dirigente Scolastico dell’Istituto Alberghiero “Florio” Giuseppa Mandina; il vice Dirigente Scolastico dell’Istituto Agrario-Alberghiero “A. Damiani” di Marsala; il deputato regionale del M5S Valentina Palmeri.

Condividi su: