Pareggio a reti inviolate nel “pantano” di Mussomeli per il Marsala 1912

redazione

Pareggio a reti inviolate nel “pantano” di Mussomeli per il Marsala 1912

Condividi su:

lunedì 02 Febbraio 2015 - 17:53

Al termine di un match estremamente combattuto e giocato al limite della praticabilità, il Marsala calcio ha impattato 0-0 contro un ostico Mussomeli. Un punto prezioso che muove la classifica e permette di restare saldamente in vetta a -7 dalla diretta inseguitrice (il Pro Favara a quota 36), che permette di preservare l’imbattibilità da quando è giunto a Capo Boeo mister Rosario Pergolizzi e, soprattutto, consente di mantenere a distanza proprio la formazione di mister Sapia, apparsa davvero ben organizzata e con giocatori di qualità e quantità in mezzo al campo.
Obiettivamente vi erano tutti i presupposti affinché il match venisse rinviato: campo allagato con tre grosse pozzanghere parzialmente svuotate tramite l’ausilio di un autopompa, terreno fangoso e neve caduta poco prima del fischio di inizio. Il direttore di gara, arrivato dalla lontana Chiavari, ha però deciso di dare inizio alle ostilità essendo il campo praticabile, a suo dire, per almeno il 60%; tale decisione ha, sicuramente, soddisfatto maggiormente i giocatori locali che hanno così potuto usufruire di un minimo vantaggio e che temevano di dover nuovamente rinviare un match, come accaduto con il Ribera (gara questa che sarà recuperata domani pomeriggio). Gli azzurri, come potete anche ascoltare dalle interviste realizzate nell’immediato dopo partita con Pergolizzi e Fina ed online su www.marsalasport.it, avrebbe preferito non scendere in campo per poter, in un prossimo futuro, giocare con condizioni più consone per una gara di calcio.
Per quanto concerne la cronaca c’è poco da dire. Di azioni lineari ve ne sono state pochissime con la partita molto combattute e segnata dal pessimo stato del terreno di gioco. Dopo appena tre minuti di gioco da annotare una potenziale azione da goal per Fabio Messina che, dopo aver vinto un rimpallo, si è trovato nelle condizioni di battere a rete da posizione defilata e Maltese, in scivolata, ha deviato in corner, probabilmente toccando con un braccio. Reiterate le proteste dei locali che avrebbero voluto il rigore e l’espulsione del difensore centrale marsalese. Per gli azzurri da segnalare una bella azione sull’asse Genesio, Cortese, Riccobono con quest’ultimo che ha calciato alto sulla trasversale.
Nella riprese, dopo 27 secondi lo stesso Riccobono ha fatto gridare al goal con un diagonale che si è stampato sulla base del palo interno e si è poi spento tra le braccia del guarda pali Randazzo; la replica del Mussomeli con il solito Fabio Messina che ha prima realizzato un goal, annullato per carica sul portiere, e poi ha chiamato all’intervento Maltese con una rasoiata all’interno della’area di rigore. Nel finale due espulsioni in 4 minuti per i locali hanno acceso gli animi in campo e sugli spalti; purtroppo per gli azzurri, però, il doppi vantaggio numerico non ha portato al goal e dopo soli 3 minuti di recupero, l’arbitro ha decretato la fine delle ostilità.
Domenica , Fina e compagni torneranno a giocare al Municipale (la curva sarà chiusa) contro un Atletico Campofranco che, ormai, sembra allo sbando.

Condividi su:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta