Alleniamoci alla solidarietà: il Trapani calcio apre le porte ai bambini dei centri di aggregazione

Claudia Marchetti

Alleniamoci alla solidarietà: il Trapani calcio apre le porte ai bambini dei centri di aggregazione

Condividi su:

mercoledì 28 Maggio 2014 - 10:26

 Il Trapani Calcio prosegue il suo impegno sociale, trasformando lo sport in elemento di aggregazione ed inclusione dei soggetti più deboli, partecipando  all’incontro “Alleniamoci alla solidarietà”, organizzato dal Comitato delle Donne e dalla Caritas Diocesana di Trapani. La Società  granata aprirà oggi a partire dalle 15.30, le porte dello Stadio provinciale, in coincidenza con la seduta d’allenamento della squadra, ad una quarantina di bambini che frequentano i centri di aggregazione e che avranno così la possibilità  di incontrare i propri campioni. “Il Trapani Calcio vuole farsi parte attiva nel processo per la creazione di un modello sociale solidale, che possa favorire una crescita sana dei giovani, promuovendo i valori positivi che la sport può trasmettere”, ha detto il direttore generale della società  granata, Anne Marie Collart Morace. “Riteniamo la pratica sportiva un investimento sociale, anche per coloro che non possono andare allo stadio – ha detto Pamela Corso, una delle responsabili Caritas -. Per la crescita di un bambino è fondamentale l’impegno integrato di tutta la comunità . Il Trapani Calcio rappresenta in quest’ottica un canale innovativo ed importante per instaurare un percorso di aiuto e solidarietà”. “Abbiamo pensato al calcio come elemento di socialità  ed aggregazione – ha affermato Vanessa Galipoli, presidente del Comitato delle Donne -, abbiamo pensato ai bambini che fanno sport e che, con diverse motivazioni, attitudini e disponibilità  danno vita ad esperienze non solo di pratica, ma di aggregazione sociale”.

Condividi su:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta