Bullismo: preoccupazione per diverse aggressioni nel centro storico

Audrey Vitale

Bullismo: preoccupazione per diverse aggressioni nel centro storico

Condividi su:

venerdì 11 Aprile 2014 - 11:13
Bullismo: preoccupazione per diverse aggressioni nel centro storico

bullismo gruppoUn vero e proprio branco contro un solo ragazzino. Questo l’inquietante scenario emerso dalle indagini della III Sezione della squadra Mobile di Trapani, che a seguito di una denuncia, ha deferito all’Autorità Giudiziaria alcuni adolescenti di età compresa tra i 14 ed i 16 anni, ritenuti responsabili di un’aggressione verificatasi durante un tranquillo sabato sera, nel centro storico di Trapani.

Circa venti giovani, con un pretesto, hanno aggredito e deriso un minore, schiaffeggiandolo al volto e sferrandogli una testata, per poi percuotere violentemente, con calci e pugni, un altro minore intervenuto in soccorso del coetaneo.

I genitori delle vittime avrebbero poi denunciato il fatto alla sezione della squadra Mobile, specializzata nella trattazione dei reati in danno delle fasce deboli.

Si tratta dell’ennesima aggressione nel centro storico trapanese, qualche settimana fa, in Via Mercè, un bambino di 11 anni (successivamente identificato e denunciato dagli agenti della polizia) aveva aggredito una sua coetanea. Qualche mese addietro si era verificato un altro caso ai danni di un giovane che passeggiava con la fidanzatina.

Massima attenzione da parte del questore Carmine Esposito, che ha disposto un’ intensificazione, nella zona del centro storico, dei servizi di controllo, specie nei fine settimana, per prevenire il ripetersi di eventi simili.

Altre attività d’indagine hanno consentito di identificare e deferire all’Autorità giudiziaria gli autori di recenti episodi di bullismo, verificatisi nel centro storico e sono ancora in corso attività d’indagini finalizzate alla identificazione degli altri minori ritenuti responsabili della recente aggressione.

Condividi su:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta