Vinitaly: Sicilia a Verona con 170 aziende vinicole e 33 del settore oleario

vincenzofiglioli

Vinitaly: Sicilia a Verona con 170 aziende vinicole e 33 del settore oleario

Condividi su:

domenica 06 Aprile 2014 - 20:05

Con 170 aziende presenti, la Sicilia è ancora una delle regioni più presenti al Vinitaly, il Salone del vino in programma a VeronaFiere dal 6 al 9 aprile. Una presenza importante quella dell’isola sia nei numeri che nella qualità dei vini, ma anche per alcuni importanti progetti che verranno presentati nel corso della manifestazione. Tra questi, il “”Diodoros – Il vino della Valle” lanciato dall’Autorità del Parco della Valle dei Templi di Agrigento, in collaborazione con le strutture produttive del territorio, per riprendere la coltivazione della vite nelle aree demaniali del Parco. Il Diodoros nasce dalla convenzione tra l’ente parco e la cantina Cva Canicattì impegnata da oltre quarant’anni a mettere in luce con le sue etichette la tradizione viticola dell’agro agrigentino. Altro progetto di punta del “made in Sicily” che verrà presentato in questi giorni nel capoluogo veneto è il “Passitaly”: iniziativa lanciata dal Comune di Pantelleria, in collaborazione con VeronaFiere e Irvos, dedicata ai vini passiti che si svolgerà nella prima decade di settembre a Pantelleria. La manifestazione coinvolgerà oltre ai produttori locali anche i territori dei grandi passiti del Mediterraneo: le aree delle Malvasie, il Sauternes francese, il Tokaj ungherese.

Ma non ci sarà solo il mondo del vino tra i padiglioni della Fiera di Verona: anche quest’anno si svolgerà contemporaneamente “Sol&Agrifood”, la rassegna internazionale dell’agroalimentare di qualità dove la Sicilia sarà presente in particolare con 33 aziende produttrici di olio extravergine di oliva.

“La Sicilia – sottolinea Dario Cartabellotta, assessore regionale dell’Agricoltura – è già dotata del massimo per quanto riguarda la qualità dei prodotti e la bellezza dei luoghi. Adesso occorre fare in modo che le nostre eccellenze vengano promosse, con continue azioni di marketing”.

La regia della Sicilia all’edizione 2014 di Vinitaly e Sol&Agrifood è affidata sempre all’Irvos, Istituto regionale vino e olio, ente unico in Italia. “L’Irvos – spiega il direttore Lucio Monte – è chiamato a un duplice sforzo, ma allo stesso tempo a una duplice soddisfazione: quella di aiutare le imprese a crescere sia in termini di qualità delle produzioni che in termini di valore aggiunto”.

Presente alla rassegna anche l’assessore regionale al turismo Michela Stancheris: “La Sicilia si conferma leader nel settore e quest’anno per la prima volta presenta un’offerta integrata tra Turismo ed Enogastronomia. La mia presenza, che per la prima volta testimonia la comunione d’intenti dell’Assessorato al Turismo e di quello all’Agricoltura, vuole essere un segno di un impegno a 360° per quanto riguarda la promozione turistica”.

Condividi su:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta