Primarie presidenziali, Fava arriva a Marsala. Fabio Genna: “L’unità del centrosinistra è la principale novità rispetto al 2017”

Vincenzo Figlioli

Primarie presidenziali, Fava arriva a Marsala. Fabio Genna: “L’unità del centrosinistra è la principale novità rispetto al 2017”

Condividi su:

martedì 05 Luglio 2022 - 06:45

E’ già partita, in Sicilia, la macchina per le presidenziali 2022, che vede l’area progressista in campo con tre candidati che si sfideranno il prossimo 23 luglio: Caterina Chinnici, Claudio Fava e Barbara Floridia. Proprio il deputato regionale catanese sarà oggi a Marsala, per un incontro pubblico che si terrà da Morsi e Sorsi, a partire dalle 18.30. Ad accoglierlo ci sarà anche il gruppo marsalese di Cento Passi, guidato dal coordinatore cittadino, Fabio Genna.

Come arriva il centrosinistra a queste primarie per il rinnovo del governo regionale e dell’Ars?

E’ un periodo storico particolare, c’è molta disaffezione e molto scetticismo verso il mondo politico e lo abbiamo visto in un ulteriore calo dei votanti alle ultime amministrative, su questo ci dobbiamo interrogare tutti e non cercare giustificazioni ma piuttosto adottare strumenti di coinvolgimento dei cittadini e le primarie sono state da sempre un ottimo strumento di partecipazione democratica, di confronto e di crescita per gli elettori, ma soprattutto per la classe politica che si mette in gioco. Da questo punto di vista Claudio Fava sta facendo un lavoro straordinario che lo vede girare la Sicilia in lungo e in largo da mesi, ancora prima della campagna elettorale per le primarie, cercando il confronto diretto con i cittadini, affrontando le piazze e ottenendo un consenso trasversale nella stessa coalizione progressista ma soprattutto tra i cittadini.

Perchè votare Fava e non Chinnici o Floridia?

Intanto trovo giusto specificare che sono 3 ottime candidature che porteranno ad una competizione leale. Claudio Fava in questi ultimi 5 anni ha lavorato duramente su tutto il territorio regionale e all’interno delle istituzioni, dalla presidenza della Commissione Regionale Antimafia non solo ha fatto emergere uno spaccato interessante sulle criticità storiche della nostra regione come gestione dei rifiuti, infiltrazioni mafiose nel mondo politico e imprenditoriale, ma ha rilanciato, con proposte di miglioramento e in discontinuità con gli ultimi governi regionali. Claudio Fava è quello che conosce meglio i territori e con la sue qualità ha saputo farsi apprezzare anche da mondi apparentemente distanti dai confini del campo progressista.

Cosa c’è di diverso in questa candidatura di Fava rispetto a quella del 2017?

Quello che subito salta agli occhi è che tre forze politiche che nel 2017 si sono presentate divise, oggi stanno lavorando insieme su un nuovo modello di Sicilia. Ecco l’unità del fronte progressista è la vera novità rispetto al 2017 e Fava ne è un protagonista.

Di che salute gode il campo progressista in provincia di Trapani?

Le ultime amministrative hanno dato risposte diverse in base alle città, non c’è uno stato di salute omogeneo in tutta la provincia. Dal mio punto di vista credo che bisognerebbe fare uno sforzo in più di unità ed essere maggiormente presenti nei territori.

Nel Pd si discute sulla deroga per Gucciardi. Ritenete che abbia rappresentato bene il campo progressista in questi 5 anni?

A Marsala non abbiamo percepito la presenza di Gucciardi, sul Porto abbiamo dovuto cercare altri interlocutori e Fava è stato sempre attento sul tema. Sulla sanità c’è stato un silenzio quasi totale. Sulle regole in seno agli altri partiti non mi esprimo, posso dire chiaramente che la politica deve essere un servizio e non un mestiere.

A Marsala Cento Passi parte da due consiglieri comunali. Che obiettivo vi ponete?

A Marsala Cento Passi esprime un gruppo unito e coeso, rappresentato molto bene in Consiglio comunale da Nicola Fici e Mario Rodriquez. Non abbiamo mire espansionistiche legate al numero dei consiglieri, abbiamo la volontà di portare avanti le istanze dei candidati in quella lista, come fatto con la norma sul parcheggio gratuito per le donne in gravidanza e le neo mamme. Vogliamo incidere sulle grosse infrastrutture come fatto in occasione del porto, vogliamo portare avanti un’opposizione seria e costruttiva, spinta da un gruppo di persone capaci e leali.

Cento Passi esprimerà un candidato a Marsala?

Ci sono buoni presupposti, intanto concentriamoci sulle primarie e sul fare registrare le persone sul sito www.presidenziali22.it

Condividi su:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta